Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Novembre 2020

Etnafest, i tre spettacoli del fine settimana

Etnafest, tre spettacoli

 

Etnafest moltiplica l’offerta degli spettacoli e li diversifica per andare incontro ai gusti del pubblico. Il prossimo fine settimana sarà all’insegna della musica e del drammaturgia dilettale.

A Palazzo Minoriti, sabato 3, gli appassionati di musica classica potranno ascoltare brani di forte impatto sonoro che in passato talvolta sono stati utilizzati come colonne sonore e musiche da film; in programma composizioni di John Williams, Modest Musorgskij, Herbert L. Clarke, Philip Sparke, Hans Zimmer, Jan-Francoise Michel, Trevor Jones, Nino Rota. L’esecuzione dei brani richiede un largo dispiego di percussioni, trombe, tromboni e altri strumenti a fiato. I musicisti dell’Italian Brass Band saranno diretti dal maestro Salvatore Distefano.

Lo spettacolo è inserito nel cartellone di Etnafest “Muisca a Palazzo Minoriti”: il Chiostro – dove nei giorni scorsi si sono già esibiti Rosalba Bentivoglio e il Jazz Lab Ensemble diretti da Salvatore Torrisi; e, con il coordinamento di Carmelo Dell’Acqua i clarinettisti del gruppo Calamus – sarà anche la ribalta per i Percussio Mundi diretti da Giovanni Caruso (venerdì 9) e per l’Orchestra giovanile Bellini che, sotto la direzione di Giuseppe Romeo, suonerà assieme alla pianista Min Jung Baek. Tutti i concerti, realizzati in collaborazione con l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini, sono ad ingresso gratuito e cominciano alle ore 21.

Di ben altro tenore gli spettacoli che, sempre nell’ambito Etnafest, si terranno alle Ciminiere, il cui anfiteatro, in questi ultimi giorni, è diventato regno incontrastato delle compagnie filodrammatiche con repertorio dialettale. Sabato 3 sarà la volta del cabaret musicale con pezzi di avanspettacolo “Donne affanni e .. danni”, atto unico di Enzo Ferrara e Laura De Palma con regia di Armando Sciuto (Ass. Dolci & Gabbati); sul palco Enrico Manna, Laura De Palma, Anna Impegnoso e Concetto Venti; al pianoforte Franco Pennisi. Lo spettacolo vuole essere una sorta di "amarcord" del varietà,  molto in voga negli anni 50/60, con un doveroso omaggio  alla RAI di quel tempo, al vecchio modo di fare televisione.

Domenica invece andrà in scena “La Sicilia 1860”, atto unico di Laura De Palma e Gisella Calì. Il recital, allestito con l’intenzione di ricordare i 150 anni dello sbarco dei Mille in Sicilia, prende spunto dai fatti storici per rileggere il passato in chiave musicale, con composizioni inedite di Laura De Palma (che è anche interprete) ispirate alla tradizione popolare. Sul palco gli attori dell’Ass. Diapason: Gisella Calì (anche regista), Dario Castro, Flaminia Castro, Mario Piana, Gabriele Mangion.

La rassegna teatrale Etnafest, espressamente voluta del presidente della Provincia Giuseppe Castiglione, prosegue sabato 10 settembre con “Il Baule” due atti di Pippo Spampinato (Ass. Artistico Culturale Val Calanna Teatro); e si conclude domenica 11 con “Ora ca mossi a mamma cu su teni u papà” tre atti di Calogero Maurici (Compagnia Teatrale Il Nuovo Carrozzone).

Tutti gli spettacoli, ad ingresso gratuito, cominceranno alle ore 21.

Sempre alle Ciminiere, è possibile visitare, dalle ore 18 alle 22, la grande mostra “Made in Sicily”, che manifesta visivamente lo spirito artistico degli isolani. Ingresso gratuito.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI