Caltagirone - In Consiglio mozioni e una modifica al regolamento

Il Consiglio comunale di Caltagirone, nel corso della seduta di ieri sera, ha approvato all'unanimità il provvedimento del settore Urbanistica relativo alla verifica delle aree che potranno essere cedute in proprietà nel 2011 e alla determinazione del loro prezzo di cessione e una modifica al regolamento del Consiglio comunale, con cui si stabilisce che “Le sedute di ciascuna commissione non sono valide se non sono presenti almento la metà più uno dei componenti assegnati, compresi il presidente o il vicepresidente”.

Unanime via libera anche alla mozione – primo firmatario il vicepresidente Francesco Aleo -  finalizzata “a ricordare, con l'intitolazione di una via nella zona nuova della cittadina, un altro dei figli illustri di Caltagirone, l'avvocato Giuseppe Bizzini, che fu anche deputato regionale”. Ok unanime, infine, all'ordine del giorno “per la restituzione al Museo archeologico regionale di Aidone, sin dal suo arrivo in Italia previsto per la primavera del 2011, della Venere di Morgantina”.

In apertura dei lavori, il Consiglio, su proposta del presidente Fortunato Parisi, aveva commemorato con un minuto di silenzio il compianto Francesco Palazzo, ingegnere, già consigliere e assessore comunale recentemente scomparso, e trattato alcune pregiudiziali: di Giovanni Garofalo “sulla grave situazione della casa di riposo”, di Roberto Gravina sul Distretto sanitario di Caltagirone e di Luca De Caro sul sistema di raccolta dei rifiuti nel centro storico.

Infine, piccolo terremoto nell'organigramma dei gruppi consiliari, con la costituzione del gruppo “Pdl per il Sud”, formato da Settimo De Pasquale (capogruppo), Francesco Incarbone (vicepresidente, che si richiama alle posizioni del deputato regionale Marco Falcone) e Gaetano Lo Nigro (che si dichiara comunque vicino al senatore Pino Firrarello) e il contestuale venir meno del gruppo del Pdl “ufficiale”, i cui rappresentanti – Maurizio Bauccio e Sergio Domenica – sono momentaneamente confluiti nel gruppo misto. “Ci siamo ritrovati in sintonia – ha commentato De Pasquale – su alcuni punti programmatici di fine mandato e sull'esigenza di una particolare attenzione al Meridione e alla Sicilia”.

Nella precedente seduta l'assise cittadina aveva approvato a larghissima maggioranza due mozioni: per il restauro della fioriera a forma di fontana ubicata nel vialetto delimitato dalla balconata artistica adiacente la via Roma (primo firmatario Bauccio) e per il potenziamento della segnaletica orizzontale (primo firmatario De Pasquale).

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI