Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Dicembre 2021

Agenzia Entrate, meno code agli sportelli

Addio code ai front office: dalle pratiche più semplici – e spesso anche le più numerose – a quelle che necessitano di una maggiore assistenza, la soluzione è ormai a portata di una click. Che si tratti dello sportello virtuale riservato a imprese e professionisti o dell’accesso web dedicato ai contribuenti, è dimostrato dalle statistiche che il ricorso al mezzo telematico per gli adempimenti fiscali riduce le attese degli utenti e i tempi di erogazione dei servizi, ottimizzando le lavorazioni in back office.

Una constatazione che trova valido riscontro nella città di Catania: perché, se in tutta la Sicilia nel 2010 le dichiarazioni presentate sono state oltre 2 milioni, ben il 32, 41% (circa 390mila) sono giunte dal capoluogo etneo e di queste 40 mila attraverso internet, dimostrando come il contribuente catanese faccia ordinariamente uso del “fisco on line”. Inoltre il capoluogo etneo detiene il primato su quasi tutti gli adempimenti, a pari merito con Palermo per alcune categorie specifiche come la registrazione delle locazioni.

Dati, questi, emersi stamattina (7 giugno) nel corso dell’incontro ospitato nella sede provinciale dell’Agenzia delle Entrate e promosso in sinergia con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Catania (Odcec), presieduto da Margherita Poselli.

Presenti all’incontro Santo Giunta - Capo ufficio servizi ai contribuenti della Direzione regionale Agenzia entrate Sicilia – e il direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate Rosario Sciuto, che hanno sottolineato «l’importanza di snellire il flusso informativo attraverso il mezzo telematico, permettendo di fornire risposte veloci e la giusta assistenza. Da quando - hanno continuato - è in uso l’utilizzo del servizio telematico “Civis” dedicato agli intermediari alle prese con comunicazioni di irregolarità e avvisi telematici emessi dopo il controllo automatizzato delle dichiarazioni fiscali, abbiamo verificato risultati soddisfacenti che ci incentivano a potenziare il sistema a vantaggio dei professionisti e degli utenti. Su questo fronte l’Ordine etneo si è dimostrato all’avanguardia rispetto ad altre realtà, mettendo in atto un confronto con le nuove opportunità del web e i numeri lo dimostrano».

Lo conferma anche il presidente Odcec Catania, manifestando l’auspicio che «sia solo la prima di una serie di iniziative volte a rafforzare la collaborazione tra la categoria professionale e il fisco, che agevolino il lavoro dei commercialisti con notevoli vantaggi per l’utenza, come la rapida trattazione delle pratiche che eviterà che le comunicazioni di irregolarità si tramutino in iscrizioni a ruolo e l’alleggerimento del flusso negli uffici, facendo tutto comodamente a distanza». Nel corso dell’incontro sono stati approfonditi gli aspetti tecnici e pratici grazie agli interventi dei funzionari Gianpaolo Amideo (Direzione regionale Agenzia Entrate Sicilia) e Matteo Belfiore (Agenzia di Catania).

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI