Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2019

Fondazione D'Ettoris: in …

Mag 23, 2019 Hits:169 Crotone

il nuovo romanzo di Mario…

Mag 23, 2019 Hits:183 Crotone

Alleanza Cattolica: …

Mag 23, 2019 Hits:170 Crotone

Le "Madonne nere…

Mag 21, 2019 Hits:245 Crotone

Il Cardinale Menichelli b…

Mag 14, 2019 Hits:535 Crotone

La Pallamano Crotone chiu…

Mag 14, 2019 Hits:539 Crotone

Cerrelli a Catanzaro con …

Mag 11, 2019 Hits:717 Crotone

I ragazzi della Frassati …

Mag 09, 2019 Hits:671 Crotone

Avviato il Piano di risanamento della ex Strada Consortile “Terre Nere”

Si avvia verso una concreta soluzione l’iter burocratico che per anni ha interdetto la viabilità della ex Strada Consortile “Terre Nere” e il ripristino del piano viabile  e delle opere d’arte collegate, via di comunicazione tra i territori di Motta S. Anastasia e Belpasso.

Il progetto è stato inserito nel Piano provinciale per l’ammodernamento e potenziamento della viabilità secondaria nelle Regioni Sicilia e Calabria per l’importo complessivo di unmilione e cinquecento euro.

Attualmente la strada risulta chiusa al transito veicolare, con ordinanza del Comune di Motta S. Anastasia del 2005 poiché, lungo il tracciato, a 700 metri dall’inizio del tratto ricadente nello stesso territorio, una frana con un fronte di circa 100 metri ha compromesso la piattaforma stradale.

La ex Strada Consortile “Terre Nere” ha uno sviluppo complessivo di circa 4 chilometri e si sviluppa dall’incrocio con la strada comunale “Via di Fuga Ovest” (di recente costruzione con funzioni strategiche in caso di calamità naturali per l’abitato di Motta S. Anastasia) sino alla S.B. 29 (Consorzio di Bonifica della Piana di Catania) nel comune di Belpasso.

L’Ufficio tecnico provinciale ha già trasmesso alle Amministrazioni di Motta S. Anastasia e Belpasso il progetto per la conformità urbanistica. Gli Enti in questione dovranno dichiarare, con apposito atto, di prendere in carico  gestione e manutenzione della strada per i tratti di rispettiva competenza territoriale, dopo l’esecuzione dei lavori e il collaudo, così come concordato nel febbraio del 2010 durante un’apposita riunione tenutasi al Centro direzionale Nuovaluce.

“La Provincia interviene lungo una strada di propria competenza che da troppi anni risulta interdetta al transito veicolare, per assicurare la mobilità in assoluta sicurezza e per incrementare lo sviluppo turistico e delle economie locali – ha dichiarato il presidente dell’Amministrazione provinciale, Giuseppe Castiglione –. Con  la collaborazione dei sindaci e degli amministratori locali realizzeremo gli interventi necessari per rendere percorribile e sicura un’arteria stradale impraticabile ormai da troppi anni”.

Il progetto redatto dall’Ufficio tecnico della Provincia, ricevuti i nulla osta dagli Enti preposti sarà sottoposto all’approvazione della Giunta Castiglione per avviare in tempi brevi, e comunque entro il mese di febbraio, le procedure d’appalto.

“L’intervento programmato sulla ex strada consortile “Terre nere”, arteria strategica per il comprensorio delle comunità di Motta S. Anastasia e Belpasso, a garanzia della mobilità dei cittadini testimonia l’attenzione rivolta anche a questa porzione di territorio – ha affermato l’assessore  Ottavio Vaccaro –. Perseguiamo con costanza l’obiettivo che ci siamo prefissati da quando abbiamo ricevuto il mandato: aumentare il grado di sicurezza lungo la viabilità provinciale".

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI