Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Agosto 2019

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:860 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:3325 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1328 Crotone

Maria Taglioni: 11 diplom…

Giu 24, 2019 Hits:1386 Crotone

Giuseppe Castagnino nomin…

Giu 14, 2019 Hits:1678 Crotone

Giornate Internazionali d…

Giu 13, 2019 Hits:2112 Crotone

Caltagirone - Vigili urbani: il bilancio dell'attività 2010

E' parcheggiare in divieto di sosta il “vizietto” degli automobilisti calatini. Il principale, ma non l'unico. Anche la mancata o insufficiente differenziazione dei rifiuti (che ha determinato oltre 150 multe) è un “tallone di Achille” dei cittadini di Caltagirone, che per il resto si confermano abbastanza rispettosi delle norme. E pagano le multe in prima battuta (senza, cioé, rendere necessarie le procedure esecutive) con una media del 40 per cento che, pur essendo lontana dai risultati ottimali (tant'è che i ruoli emessi e relativi agli anni precedenti ammontano a 1.400.000 euro), è comunque superiore a quella di una parte consistente delle realtà isolane.

Sono alcuni dei dati emersi dal bilancio dell'attività 2010 della polizia municipale tracciato dal comandante, Renzo Giarmanà, nel corso della festa di San Sebastiano, patrono dei vigili urbani d'Italia, celebrata – alla presenza delle massime autorità civili, religiose e militari - prima in Cattedrale con la Santa Messa officiata dal vescovo Calogero Peri e poi in piazza Municipio con il sindaco Francesco Pignataro che ha passato in rassegna il Corpo di polizia municipale.

Attestato di merito all'ispettore Massimo Cristina per  i corsi di educazione stradale; promossi Laura Discolo e Luigi Nobile assistente capo, Michele Cubisino ispettore. In pensione ques'anno il tenente Agatino Aliotta e gli ispettori Angelo Mancuso, Giuseppe Brafa e Salvatore Campo.

Nei 6500 verbali per violazioni al codice della strada risulta  ricorrente anche il mancato rispetto delle norme di comportamento (mancata precedenza o insufficiente osservanza della segnaletica). Oltre un centinaio le multe a quanti hanno posteggiato negli stalli riservati ai disabili oppure ostruendo gli scivoli. Ridotti gli incidenti, in linea con il trend positivo aperto con la realizzazione delle rotatorie: nel 2010 sono stati 234 (134 dei quali con feriti), a fronte dei 250 dell'anno precedente, dove si era già registrata una sostanziale diminuzione.

Un riconoscimento rilevante giunto ai vigili urbani calatini è stato – a maggio 2010 - il premio internazionale Innovazione e sicurezza 2010, “per aver impresso – si sottolineava nella motivazione – un cambiamento di approccio strategico e progettuale nella promozione della legalità, la prevenzione del crimine e la gestione del rischio”.

“Abbiamo pronta, tenendo conto dei dati del Centro di monitoraggio sul flusso dei veicoli – afferma il colonnello Giarmanà – una mini-revisione del piano del traffico. Niente rivoluzioni, ma piccole e utili modifiche, come un sistema di rotatorie all'incrocio San Luigi che eliminerebbe i semafori”.

Il Corpo è formato da 42 operatori a tempo indeterminato (12 ufficiali e 30 fra ispettori e agenti), da 14 a tempo determinato e da un'ausiliaria. Nuove unità, quindi, “recuperate” attingendo al bacino dei precari.

“Nel 2010 – sottolinea l'assessore Franco Pace -  abbiamo investito molto sulla formazione,  in particolare sui 14 ex articolisti che, a conclusione di un’attività sull’uso legittimo e la custodia dell'arma, hanno ricevuto in dotazione la pistola e ottenuto dal prefetto il decreto che li qualifica come agenti di pubblica sicurezza. Le altre attività formative – aggiunge l'assessore - hanno riguardato, oltre alle materie professionali, la difesa personale, il primo soccorso (in piena collaborazione col Rotary), le abilità nel tiro a segno e l'infortunistica stradale”.

“Sui 14 vigili urbani a tempo determinato – afferma il sindaco Francesco Pignataro - confidiamo molto: sono chiamati a svolgere un'opera importante a fianco del personale a tempo ideterminato per accrescere i servizi e renderli più efficaci”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI