Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Gennaio 2021

Belpasso - Incontro tra Comune e Acoset

Negli scorsi giorni s’è svolto a Catania un incontro tra rappresentanti del Comune di Belpasso e Acoset, l’azienda che gestisce i servizi idrici in gran parte del territorio etneo.

All’appuntamento ha preso parte il Sindaco di Belpasso, Alfio Papale; il responsabile del “Settore-Lavori Pubblici” del Comune, Geom. Alfio Guglielmino; il presidente di Acoset, Fabio Fatuzzo e il geom. dell’azienda Dino Susinni.

Per l’occasione è stato concordato un piano di lavori, facendo fede a rispettive competenze di Comune e azienda acquedottistica per evitare l’emergenza idrica in vista dell’imminente stagione estiva.

E’ stata, quindi, individuata la necessità d’impermeabilizzazione del serbatoio idrico di Via Giulio Cesare: saranno eseguiti interventi di scavo, pulitura e disinfettazione della cisterna.

Da uno studio sulla conduttura esistente, inoltre, è emersa la possibilità di realizzare anche sei pozzetti sulla XII Traversa per risolvere il problema della turnazione d’acqua in quanto essendo Belpasso così approvvigionata da due serbatoi, S. Anna e Via Giulio Cesare, per sezioni divise si eviterà di mettere in sovrappressione le condotte.

Come punti critici per il rifornimento d’acqua restano solo le contrade a nord perché su “S. Antonio”, alcune zone di Via Monfalcone e piccole aree nel tratto compreso dalla XII alla IX Traversa con questi lavori i problemi d’acqua teoricamente dovrebbero essere superati.

Così da quanto indicato dal Consiglio Comunale, dopo un suggerimento giunto in una seduta straordinaria con una relazione ad hoc del difensore civico Mimmo Mio, si mira dunque ad alleviare i disagi della cittadinanza sul fronte acqua con una notevole riduzione dei costi da sostenere che ammontano a circa 25 mila, sui 100 mila euro previsti.

Per il futuro, per di più, è stata analizzata la possibilità di utilizzare un serbatoio, situato all’interno della proprietà dell’avv. Fonte, con circa 15 mila metri cubi di capienza, mai messo in funzione e a cui verrà data attenzione per consentire al quartiere di Borrello un potenziamento della fornitura d’acqua, anche se in ogni caso questa zona non ha avuto grandi disservizi.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI