Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:409 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1180 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1916 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1450 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1427 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1396 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1669 Crotone

Scuole, progetto “Sulle orme della Legalità”

Scuole, progetto Sulle orme della legalità

 

Il Registro delle Eredità Immateriali (REI), introdotto in Sicilia con decreto del 2005, elenca tutti gli aspetti della cultura immateriale – quali le poesie, le musiche, le leggende – che devono essere tramandati ai giovani, così come qualsiasi altra testimonianza storica o architettonica. Il rispetto della cultura è legalità. Partendo da questo assunto, l’Istituto comprensivo “Francesco De Sanctis” di Catania ha avviato un progetto di formazione civica denominato “Sulle orme della legalità”, che è stato presentato nella sede della Provincia all’assessore alle Politiche scolastiche, Giovanni Ciampi.

“Sviluppare la coscienza civica attraverso la conoscenza del patrimonio comune, connesso al territorio di appartenenza, consente di riconoscere il valore dei beni pubblici legati alla collettività”. Così ha dichiarato al’assessore Ciampi, che non ha tralasciato di mettere in guardia gli studenti dai pericoli derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti. “Viviamo in una grande città ed i più giovani possono essere facile preda di atteggiamenti autolesionistici. In qualità di medico responsabile del Pronto soccorso “Garibaldi” assisto persone che si infortunano a causa dell’eccessiva velocità o ricorrono all’ospedale dopo aver fatto abuso di alcol e droghe. Occorre prudenza. Circola tra i giovani una sostanza chimica incolore ed insapore che, se assunta, per alcune ore inibisce il ricordo e la personalità. Chi la consuma inconsapevolmente, ad esempio bevendola disciolta in un bicchiere d’acqua offerto da uno sconosciuto, piomba in uno stato di incoscienza di cui si approfittano i malintenzionati”. Le parole dell’assessore sono state ascoltate con attenzione dagli alunni, che, accompagnati dalla docente Maria Rita Riccioli (in rappresentanza della dirigente Anna Giuffrida) e dai referenti dei progetti scolastici (Marilisa Yolanda Spironello e Giuseppe Strazzeri), hanno offerto al presidente Giuseppe Castiglione e all’assessore l’opuscolo “L’amuri sicilianu. Tra poesia, musica e leggenda”, in cui sono sintetizzate le vicende di personaggi a metà tra verità e leggenda, dall’epoca dei siculi sino al risorgimento: i fratelli Palici, Aci e Galatea, Aretusa ed Alfeo, Ade e Persefone, Eufemio di Messina e Omonizia, Ibn-Thimna e Meimuna, il conte Raimondo e la principessa Navarra, la regina Jolanda e l’imperatore Federico II, la patetica storia di Gammazita, la bella Angelina e il delfino di Francia, Bianca e Bernardo, Guiscardo ed Esmeralda, Scibilia Nobili e il pirata Dragut, la baronessa di Carini, l’ammiraglio Nelson e lady Emma Hamilton, il capitano Ligresti e la bella Angela Maria Capece.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI