Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 24 Ottobre 2021

Palazzo di cemento: al via i lavori di ripulitura e chiusura definitiva dell'immobile

Si sono completati nella tarda mattinata di oggi anche gli ultimi traslochi a cura del Comune dei beni mobili appartenenti alle famiglie che hanno lasciato palazzo di cemento a seguito dell’ordinanza di sgombero del sindaco Raffaele Stancanelli. E si sono già iniziati i lavori a cura dell’Ance che ha sancito un protocollo col Comune per realizzare senza oneri per la pubblica amministrazione le opere murarie con cemento armato, la chiusura delle scale che portano agli appartamenti e gli ingressi dllo stabile. Secondo le stime dei tecnici, martedì sera i lavori di “tombatura” degli accessi all’immobile di viale Moncada verranno completati. Decine di operatori dell’ecologia sono contestualmente al lavoro per rimuovere tonnellate di spazzatura dall’interno dello stabile, utilizzando particolari tipi di scivole e montacarichi per asportare i rifiuti in putrefazione. Il sindaco e la task force di coordinamento degli interventi entro pochi giorni insieme alla Municipalità e alle associazioni del territorio, decideranno l’utilizzo dell’immobile che per una precisa indicazione del sindaco dovrà essere adibito a scopi sociali. “Questi risultati –ha detto il sindaco Stancanelli- sono il frutto di un preciso piano d’azione predisposto curando tutti i particolari e non lasciando nulla al caso, anteponendo le persone a ogni altra cosa. Per noi –ha aggiunto il sindaco- parlano i fatti e la serietà con cui abbiamo condotto anche questa azione di rispristino delle regole e della legalità è per noi motivo di orgoglio al fine di proseguire con sempre maggiore determinazione sulla strada del cambiamento che abbiamo irreversibilmente intrapreso. Desidero ringraziare tutti le parti in causa, ma più di ogni altro l’assessore Pennisi per la sua abnegazione, con cui abbiamo condiviso ogni scelta compiuta nell’interesse esclusivo dei cittadini catanesi”.
Intanto la Direzione Servizi Sociali diretta da Corrado Persico, ha stilato un primo report dell’operazione Palazzo di cemento: per reperire i ricoveri temporanei e accompagnare le famiglie destinatarie del provvedimento di evacuazione sono state messe in campo per due settimane (incluso i festivi) ben 22 assistenti sociali e 3 unità di personale direttivo. Nei ricoveri temporanei hanno trovato ospitalità 26 nuclei familiari, per un totale di 110 posti letto e le famiglie che hanno accettato la proposta di ospitalità temporanea del Comune, sono a tuttoggi visitate con cadenza quotidiana dalle assistenti sociali e dagli operatori delle cooperative e delle associazioni di volontariato, allo scopo di affiancarle e sostenerle in un percorso di inclusione sociale che comprende anche una soluzione sostenibile per il problema abitativo. Allo stato attuale già tredici famiglie si sono attivate per la ricerca di un alloggio in affitto e ben due di queste hanno individuato abitazioni adeguate alle loro esigenze e sono pronte per procedere alla richiesta del buono casa, strumento anche questo previsto dalla direzione politiche sociali per sostenere sino alla fine il percorso d’inclusione sociale di queste famiglie.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI