Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 25 Ottobre 2021

Caltagirone - Ici, informazioni utili su scadenze, aliquote e riduzioni d'imposta

Informazioni utili su scadenze per il pagamento dell'Ici, aliquote, riduzioni d'imposta e altro sono state diffuse dall'Ufficio Ici del Comune di Caltagirone, che comunica inoltre che il regolamento, entrato in vigore il 1° gennaio 2009, può essere visionato o scaricato nei prossimi giorni da internet (www.comune.caltagirone.ct.it). “Quest'anno - si sottolinea - sono confermate aliquote e agevolazioni del 2010, senza alcun aumento”.

 

Notizie utili al fine del versamento ICI 2011

 

- entro il 16 Giugno 2011: Versamento 1° rata (acconto e/o saldo)

- entro il 16 Dicembre 2011: Versamento 2° rata (saldo)

Non si fa luogo a versamento ne è possibile chiedere rimborso per somme d’importo inferiore a €. 8,00.

 

I pagamenti possono essere eseguiti: 1) con versamenti sul c/c postale N° 95457636 intestato a: COMUNE DI CALTAGIRONE – Servizio di Tesoreria - Riscossione ICI ;

2) con versamento su Codice IBAN del Credito Siciliano di Caltagirone (Tesoriere): IT-34-U-03019-83910-0000-08889920;

3) con MODELLO F24.

Aliquote ICI anno 2011

1) Aliquota abitazione principale: 5,30 per mille; 2) Aliquota ordinaria: 6,00 per mille;  3) Aliquota relativa alle unità di cat. A: 7,00 per mille; 4) Aliquota relativa ai fabbricati edificati da imprese di costruzioni (solo per il primo anno): 4,00 per mille;

L’abitazione principale, le pertinenze dell’abitazione, nonché quelle equiparate sono escluse dal pagamento dell’ICI, ai sensi del D.L. n. 93/2008 e degli Artt. 4-5-6 e 7 del Regolamento Comunale .

Sono escluse dall’agevolazione le abitazioni che rientrano nelle categorie catastali A1 - A8 – A9 la cui detrazione resta di €. 103,29.

ASSIMILATE AD ABITAZIONE PRINCIPALE

(Art.7)

Sono equiparate alle abitazioni principali:

-                     le   abitazioni appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazioni principali dei soci assegnatari;

-                     le abitazioni possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stesse risultino disabitate;

-                                  le abitazioni regolarmente assegnate dallo IACP;

-          le abitazioni concesse in uso gratuito dal possessore ai suoi familiari, parenti in linea retta di I e II grado, che nelle stesse abbiano stabilito la propria residenza anagrafica e vi dimorano abitualmente.

-          le abitazioni possedute a titolo di proprietà o di usufrutto dai cittadini italiani residenti all’estero, a condizione che non risultano locate.

Il superiore beneficio decorre dal mese successivo a quello in cui è prodotta apposita istanza dal richiedente.

PERTINENZE

(Art. 6, comma 1)

Sono considerate pertinenze le unità immobiliari (ad. es. cantine, box, posti macchina coperti e scoperti) classificate o classificabili nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole al servizio dell’abitazione principale, anche non appartenenti allo stesso fabbricato.


RIDUZIONI D'IMPOSTA

(Art. 8)

Al fine della fruizione della riduzione d’imposta, le caratteristiche d’inagibilità o inabitabilità sono le seguenti:

l’inagibilità o inabitabilità deve consistere nel degrado fisico sopravvenuto, non superabile con interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria. Ai sensi dell’art. 59, comma 1, lettera h) l’inagibilità o inabitabilità degli immobili può essere dichiarata se viene accertata la concomitanza delle seguenti condizioni: gravi carenze statiche ove si accerti la presenza di gravi lesioni statiche delle strutture verticali (pilastri o murature perimetrali) e/o orizzontali (solai) ovvero delle scale o del tetto, con pericolo potenziale di crollo dell’edificio o di parte di esso anche per cause esterne concomitanti.

Il richiedente deve dichiarare al Comune l’insorgenza o la cessazione dell’inagibilità o dell’inabitabilità nei termini di cui all’art. 10 del Regolamento Comunale.

Il Comune si riserva di verificare la veridicità della dichiarazione presentata dal contribuente il quale, se lo ritiene, può allegare propria consulenza/perizia tecnica;

Le condizioni di inagibilità o inabitabilità sono accertate dall’UTC e dall’ufficiale sanitario; Il contribuente ha facoltà di presentare dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, nella quale dichiara che: l’immobile è inagibile o inabitabile; che l’immobile non è di fatto utilizzato;

L’UTC entro 6 mesi dalla ricezione della dichiarazione sostitutiva dovrà verificare l’inagibilità o inabitabilità.

La riduzione dell’imposta nella misura del 50% si applica dalla data del rilascio della certificazione da parte dell’Ufficio tecnico comunale o dalla data di presentazione al Comune della dichiarazione sostitutiva di cui sopra.

Sono, altresì, considerati inagibili gli edifici che sono stati oggetto d’ordinanze sindacali di demolizione o di ripristino, atte ad evitare danni a cose o persone.

Le istanze per l'ottenimento dei benefici devono presentarsi per esigenze ex-novo o per intervenute variazioni.

L’ufficio riceve nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00. Inoltre nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Telefoni: 093341229-233-227-212-232-237

EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI