Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 22 Gennaio 2022

“La Sicilia dal Separatismo al Federalismo”

Firrincieli, Labisi, Santagati

 

Continua il lavoro dell’ “Asse Afro Mediterraneo”, l’Associazione Internazionale presieduta dal suo fondatore avv. Corrado Labisi. Sabato 7 maggio presso la sala congressuale dell’hotel Nettuno di Catania, l’Associazione ha tenuto un importante convegno dal titolo: “La Sicilia dal Separatismo al Federalismo”.

A fare da cornice all’evento, un folto pubblico di iscritti e simpatizzanti dell’Asse Afro Mediterraneo.

L’avv. Corrado Labisi ha illustrato gli obbiettivi cardine dell’Associazione, annunciando l’inizio di una lunga stagione di eventi, uno dei più importanti a breve scadenza, la presentazione ufficiale del “Movimento popolare della coscienza siciliana”, movimento che già conta centinaia di iscritti e ha come obbiettivo la conoscenza della propria regione, e l’orgoglio dell’appartenenza alla Sicilia, realtà stupenda ma allo stesso tempo afflitta da una classe dirigente poco attenta alle esigenze della gente.

Ad intervenire come relatore il dott. Giuseppe Firrincieli, giornalista e autore del libro “Noi Italiani voi Siciliani”, che si soffermato sui fatti storici del 1943 al 1948 proiettando un interessante video sul separatismo.

“Non dimentichiamo che la Sicilia è riconosciuta a Statuto autonomo dal 1948 – ha affermato l’avv. Renato Sgroi Santagati, segretario dell’Ass. Culturale “Rinascita Siciliana” – inoltre il Federalismo di Tremonti non farà altro che aggravare la situazione economica e sociale della nostra amata Sicilia.”

A concludere la serata un dibattito che ha coinvolto i partecipanti ed i relatori al convegno.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI