Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:541 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1264 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1999 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1531 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1509 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1478 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1752 Crotone

Interporti, approvato il bilancio 2010

Approvato il bilancio 2010 della Società degli Interporti Siciliani, che riporta una perdita strutturale di 990.972 euro. Il capitale sociale rappresentato in assemblea è stato pari al 91,345% e lo strumento è stato approvato da tutti i soci ad eccezione del voto contrario della Camera di Commercio di Catania e con l’astensione del Consorzio Asi; tali soci, sono coloro che hanno chiesto di mettere in vendita il loro pacchetto azionario e pur essendo stato messo in moto il procedimento necessario a tal fine, al momento, non si sono ancora presentati acquirenti.

Ai lavori dell’assemblea ha partecipato per la prima volta anche la Regione Siciliana in qualità di ente socio avendo sottoscritto l'ultimo aumento di capitali aperto anche agli enti non soci con una partecipazione diretta del 20,559% e con una quota di partecipazione indiretta (compagine Azienda Siciliana Trasporti) del 12,066%.

Ogni anno, la SIS presenta una perdita cospicua, più o meno della stessa entità degli esercizi precedenti, che si considera strutturale non potendo produrre ricavi a norma dell'accordo quadro stipulato nel 2008 con la Regione, né i costi possono essere tutti allocati sulle commesse e quindi capitalizzati.

E' emersa la volontà di alcuni importanti soci di verificare i criteri di capitalizzazione giacché con la procedura attuale si ha un'erosione continua del capitale, che determina, di tempo in tempo, la necessità di ricostituzione del capitale stesso attraverso opportuni aumenti. Per questo motivo, a dicembre dell'anno scorso, l'assemblea stessa ha varato un aumento di capitale di circa 15 milioni di euro, che non è stato sottoscritto da nessuno dei soci attuali e che vedrà, nei prossimi mesi ed anni, la Società impegnata a trovare nuovi soci pubblici, che abbiano voglia di investire in Sicilia. "E' chiaro che bisognerà guardare sempre con grande attenzione al contenimento dei costi - ha spiegato Rodolfo De Dominicis, presidente della Società degli Interporti Siciliani - ma per raggiungere gli obiettivi definitivi dal piano strategico triennale, occorre un ultimo sforzo per reperire i fondi necessari a sostenere le attività della Società fino alla messa in esercizio delle infrastrutture in corso di costruzione".

"A Catania - ha precisato - entro il 2014 la struttura dovrebbe entrare in funzione, a Palermo dovrebbe verificarsi lo stesso entro il 2015".

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI