Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Novembre 2020

“Pensare in piccolo” per il rilancio delle pmi siciliane

Accesso al credito, pagamenti veloci, semplificazione, sportelli unici: sono tante le novità del nuovo "Small Business Act" (Sba), la prima legge organica dell'Unione Europea, emanata nel 2008, in cui vengono definite precise linee d'azione in favore delle mPMI (micro, piccole e medie imprese), con l’intento di porle al centro dei processi decisionali e rafforzare la creazione di posti di lavoro.

A poco più di un anno dalla firma del Presidente del Consiglio della direttiva sullo Sba, sono state molte infatti le misure innovative per accrescere la competitività delle piccole e medie imprese italiane. Interventi che interessano quasi 6 milioni di imprese, società, cooperative e ditte individuali: un dato che fa balzare l’Italia ai primi posti tra i paesi che in Europa “pensano in piccolo”, dando seguito allo slogan della Commissione U.E. “Think small first”.

Puntuale arriva un momento di approfondimento e confronto promosso da Confindustria Catania, Ordine dei dottori Commercialisti e degli Esperti contabili (Odcec) di Catania e Aiti (Associazione italiana tesorieri d’Impresa) Sicilia, per saperne di più sulla normativa e sugli effetti dello Sba in Sicilia: giovedì 5 maggio (ore 9.00) al Palazzo Esa (via Beato Bernardo, 5) si terrà infatti il convegno Small Business Act: una nuova politica produttiva (Think small first)”, organizzato in collaborazione con Andaf (Associazione nazionale direttori amministrativi e finanziari), Marino Consulting e Banca Nuova (e con il contributo del Gruppo Banca Popolare di Vicenza). Sarà un dibattito fra le parti attive del tessuto economico siciliano, per sensibilizzare le micro, piccole e medie imprese sulla normativa italiana di attuazione dello Sba, che darà il via a un Tavolo Permanente di lavoro. 

Dopo i saluti introduttivi del responsabile delegazione Aiti Sicilia Roberto Marino, del tesoriere di Confindustria Catania Nino Mirabile, del presidente Odcec Catania Margherita Poselli, del capo area Sicilia orientale Banca Nuova Carmelo Lauritano, del presidente Andaf Sicilia Filippo D’Amico e del responsabile delegazioni regionali Aiti Rosario Maccarrone, seguiranno gli interventi specifici sui settori di azione che spaziano dall’ accesso facilitato al credito alla semplificazione amministrativa curati da: Leone La Ferla (presidente Piccola Industria di Confindustria Catania), Francesco Renne (docente area Finanza Fondazione Cuoa), Vito U. Vavalli (vice presidente Aiti) e di Marco Vitale, consigliere Odcec Catania.

 

La partecipazione al convegno da diritto a 4 c.f.p riconosciuti agli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili.

Collegandosi all'indirizzo www.odcec.ct.it sarà possibile trovare tutte le informazioni utili sulla programmazione dell’evento.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI