Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 03 Agosto 2020

Verso l’istituzione della destinazione turistica “I luoghi del Calatino”

Il Calatino muove passi spediti verso l’istituzione della destinazione  "I luoghi del Calatino", l’iniziativa della Cgil Sicilia, della Cgil di Caltagirone e dei sindaci del comprensorio finalizzata a predisporre un protocollo d’intesa per la costituzione di un distretto turistico dell’area. Fra gli obiettivi rientra la creazione di manifestazioni e di un sito che raccolga gli eventi e i luoghi culturali dei 15 centri del territorio.

Stamani si è svolta, nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del municipio, la riunione per la stesura del documento, che si propone di considerare il territorio del Calatino quale unica destinazione nelle interlocuzioni tanto con la  Regione siciliana, quanto con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Con esso le parti si impegnano ad agire in modo coordinato “per il conseguimento e la realizzazione delle agevolazioni fiscali, amministrative, finanziarie e di ricerca e sviluppo, per l‘attivazione degli sportelli unici di coordinamento delle attività dell’agenzia fiscale e dell’Inps”. Prevista l’istituzione della “zona a burocrazia zero”, attraverso la quale i soggetti pubblici sottoscrittori si impegnano a definire entro tempi ristretti i procedimenti amministrativi, anche in via sperimentale, cui potrà applicarsi la prevista disciplina semplificata, nonché tutta l’attività necessaria per la piena attuazione della predetta disciplina.

All’incontro di stamani sono intervenuti, oltre ai rappresentanti di numerosi centri del comprensorio e delle associazioni di categoria, il segretario territoriale della Cgil Salvatore Brigadeci e il segretario Filcams, Francesco D’Amico, la segretaria generale della Filcams Cgil – Sicilia, Monia Cariolo e il coordinatore regionale del Sindacato lavoratori della comunicazione, Maurizio Rosso.

L’iniziativa era stata presentata lo scorso 3 giugno, nello stesso salone. “Il settore turistico – aveva detto in quella circostanza il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino- è tra quelli più in sofferenza in questa difficile fase. Vanno dunque adottate tutte le iniziative a sostegno, funzionali pure ad affermare la destagionalizzazione”. Al tavolo dei lavori, con il sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo (che aveva insistito sull’utilità di un’azione sinergica “che valorizzi le potenzialità del territorio”) e l’assessore alle Politiche culturali Antonino Navanzino, c’erano lo stesso Mannino, il segretario territoriale Salvatore Brigadeci e il segretario Filcams, Francesco D’Amico. Tutti d’accordo sulla necessità di fare fronte comune, anche traendo spunto dai positivi risultati avutisi con l’ottenimento di 36 milioni di euro per l’Area interna, e su quella di fare in fretta, individuando 2/3 obiettivi ai quali lavorare con immediatezza. “La cultura strutturata può e deve produrre economia e progresso” – aveva evidenziato il coordinatore regionale del Sindacato lavoratori della comunicazione, Maurizio Rosso. Piena adesione era arrivata dagli altri amministratori: i sindaci Giovanni Ferro (Mirabella Imbaccari), Giovanni Burtone (Militello), Gianluca Petta (San Michele di Ganzaria), Giovanni Verga (Licodia Eubea) e gli assessori Cinzia Sinatra (Mineo) e Pietro La Rocca (Vizzini). Presente ieri, fra gli altri, il sindaco di Mazzarrone Giovanni Spata.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI