Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 28 Maggio 2020

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:161 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:242 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:232 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:426 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:474 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:687 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1185 Crotone

Coronavirus, Pogliese consegna i primi pacchi spesa della raccolta "Catania aiuta Catania"

Ha avuto inizio venerdì scorso la distribuzione, al domicilio delle famiglie particolarmente bisognose, dei pacchi spesa contenenti generi alimentari di prima necessità, grazie ai fondi che si stanno raccogliendo con la campagna "Catania aiuta Catania" promossa dal sindaco Salvo Pogliese per il Comune di Catania.

I primi quattrocento pacchi, forniti dal gruppo Arena/Decò, sono stati caricati su una quindicina di autovetture che partendo dal piazzale della sede comunale della protezione civile si sono diretti direttamente nelle abitazioni dei bisognosi, appena due giorni dopo la richiesta. Oltre alla protezione civile comunale sono coinvolti nella rete di distribuzione, i volontari di Croce Rossa Italiana, Fondazione Ebbene-Mosaico, C’era domani Librino, Comunità di Sant’Egidio, Gruppo Volontari Italia, cooperativa Solidarietà che passione, Associazione Sacro Cuore Onlus, Centro Culturale Cristiano ETS, Cooperativa Prospettiva.

All'avvio del recapito dei primi pacchi spesa a domicilio ha presenziato il sindaco Salvo Pogliese con il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, gli assessori Alessandro Porto e Sergio Parisi e il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, che è anche direttore della protezione civile comunale.

Il primo cittadino ha simbolicamente consegnato al signor Giuseppe Paci il primo pacco spesa nella sua abitazione di via Pacinotti. Un gesto accolto con piacevole sorpresa dal cittadino che ha ringraziato il sindaco Pogliese e all'Amministrazione per la consegna a domicilio dei generi di prima necessità.

“Abbiamo rotto ogni indugio e superato ogni passaggio burocratico - ha spiegato il sindaco Pogliese - utilizzando i fondi della raccolta <<Catania aiuta Catania>> che i catanesi stanno sostenendo con grande cuore e passione. I cittadini bisognosi e le loro famiglie non potevano aspettare ancora e noi ci siamo mossi per venire incontro ai più urgenti bisogni consegnando a domicilio i generi alimentari di prima necessità. Peraltro abbiamo utilizzato per l'80 per cento prodotti siciliani per favorire le nostre imprese che sono in grande crisi. Ovviamente - ha aggiunto il sindaco - siamo già al lavoro in maniera serrata per impiegare i fondi nazionali e regionali con una card che verrà distribuita ai cittadini nei prossimi giorni. Intanto, il grande cuore dei catanesi ci permette di aiutare rapidamente questi nostri concittadini bisognosi, che con questo piccolo gesto avvertono la vicinanza della città e di tutte le istituzioni per fronteggiare l’emergenza del coronavirus”.

All'esame dei funzionari dell’assessorato ai servizi sociali retto da Giuseppe Lombardo, ci sono poco più di un migliaio di richieste di pacchi spesa, che verranno velocemente valutate con relativa consegna dei pacchi spesa che avverrà in tempi brevissimi.

Le domande verranno accolte fino a esaurimento scorte coerentemente ai fondi che verranno progressivamente versati nei prossimi giorni sulla piattaforma di crowdfunding https://www.gofundme.com/f/catania-aiuta-catania e sul conto corrente bancario IT43D0200816917000105890235 intestato a Comune di Catania. Le donazioni raccolte, a oggi, ammontano a oltre 160 mila euro ( 50 mila euro li ha versati la Sidra) e verranno tutti impiegati per i pacchi spesa da consegnare alle famiglie indigenti che sono in condizione di estrema necessità e urgenza. Saranno validate solo le domande di chi dimostri di non essere percettore di qualunque tipo di reddito, compreso quello di Cittadinanza o ammortizzatore sociale che non sia superiore a 600,00 euro mensili.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI