Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Dicembre 2021

Presentati i risultati positivi della raccolta differenziata

castiglione._simeto_ambiente.2.

 

Aumentare la raccolta differenziata e garantire risparmi notevoli per i cittadini. Un obiettivo su cui hanno puntato la Provincia di Catania e la società Simeto Ambiente ATO CT3, centrandolo.

Stamattina sono stati presentati nel Centro Direzionale Nuovaluce i risultati straordinari e fino a poco tempo fa impensabili del progetto denominato “Raccolta Differenziata: Obiettivo 65%”, avviato dal 1° marzo del 2011 in 12 Comuni del proprio ambito. Gli altri Comuni stanno ultimando l’attività di informazione e saranno pronti per la raccolta a partire dal 9 maggio.

«Si è data vita ad una corretta gestione integrata dei rifiuti, che non sono stati più trattati come tali, ma come un insieme di materiali riutilizzabili, tanto da divenire risorse – spiegano il commissario liquidatore Angelo Ligeri e il direttore tecnico dell’Ato Simeto Ambiente, Carmelo Caruso –. È  stato applicato un calendario di raccolta monomateriale giornaliera dal lunedì al sabato, che prevede tre volte la settimana il ritiro dell’umido, una volta al giorno la plastica, il vetro, la carta e il cartone e solo una volta i materiali indifferenziabili. Tutti i materiali differenziati vengono portati presso piattaforme autorizzate e avviate al riciclo. I risultati – commentano – sono stati straordinari in molti Comuni. Solo nell’ultimo mese il Comune di Ragalna ha superato il 78% di raccolta differenziata, quello di Santa Maria di Licodia ha raggiunto il 64% e di San Pietro Clarenza oltre il 56%».

Percentuali a cui vanno associate quelle del risparmio economico per amministrazioni e cittadini. Nel Comune di Paternò il risparmio di un solo mese è stato di oltre 40.000 euro. Ma buone notizie arrivano anche per gli utenti del servizio offerto dall’Ato 3, che nel 2012 potranno ottenere una diminuzione della TIA superiore al 40%, grazie all’attività di accertamento degli evasori, già completata, alla diminuzione dei costi di conferimento in discarica e del servizio.

Evidente la soddisfazione del presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, che parla di «inversione netta di tendenza dell’Ato, che lascia alle spalle il periodo negativo che l’aveva caratterizzata, avviando un progetto pilota e un percorso virtuoso. Non è eccessivo parlare di “Rivoluzione culturale” – afferma Castiglione –. Gli utenti stanno cogliendo sempre più l’importanza della raccolta differenziata e stanno rispondendo benissimo all’attività di sensibilizzazione e informazione effettuata porta a porta dai tanti volontari precedentemente formati dall’Ato Simeto Ambiente.

Questa Amministrazione – sottolinea il presidente Castiglione – è stata la prima in Sicilia a costituire l’Osservatorio provinciale dei rifiuti, che collaborerà in stretta sinergia con l’Osservatorio regionale ed ha già convocato i Sindaci (venerdì prossimo) per costituire una nuova società di gestione del servizio rifiuti in provincia di Catania, così come previsto dalla leggere regionale 9/2010. Costituiremo quindi una SRR (Società di Regolamentazione dei Rifiuti), che finora non è stata costituita per il ritardo con cui la Regione ha inviato lo schema di statuto. Nel nostro bilancio – ha concluso Giuseppe Castiglione – abbiamo investito ancora più risorse per puntare alla raccolta differenziata dando concretezza ad un’impostazione amministrativa che rivolge particolare attenzione alla tutela dell’ambiente».

Alla conferenza stampa di presentazione dei risultati c’era anche Lucia Italia, presidente del consorzio Simco, ditta che esegue il servizio.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI