Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 28 Novembre 2020

Pasqua a Caltagirone, le manifestazioni entrano nel vivo

Sono entrate nel vivo le manifestazioni della Pasqua a Caltagirone, nel segno della tradizione, della fede, dell'arte e del folklore.

Fra gli eventi vissuti con più trasporto c’è il Giovedì Santo (21 aprile), con la serata dedicata alla visita dei “Sepolcri”: le parrocchie adornano i propri altari con ceri, fiori e vasi con pianticelle di frumento germinate al buio, creando un’atmosfera di raccoglimento per i fedeli, che si soffermano davanti agli altari rendendosi partecipi del solenne momento che ricorda la ricorrenza dell’ultima cena. Il “Sepolcro” racchiude il corpo mistico di Cristo e nelle parrocchie si veglierà in preghiera fino al mattino successivo.

Venerdì Santo (22 aprile), alle 18,30, per le vie del centro storico si terrà la solenne processione del Cristo Morto e della Madonna Addolorata. Essa, con il tradizionale corteo senatoriale, farà vivere momenti di grande religiosità e devozione popolare. Racchiusa  in una grande urba dorata, la statua lignea del Cristo morto, opera di Giuseppe e Francesco Vaccaro (1850), seguita dalla Madre dolente in gramaglie, viene portata a spalla per le vie della zona antica tra preghiere e canti devozionali di fedeli, confrati e clero, che creano un’atmosfera drammatica. La sera di venerdì (alle 21), nella Chiesa del Collegio, il coro polifonico di San Giuliano, diretto da  don Antonio Parisi – maestro accompagnatore Michele Cancemi -, proporrà il concerto del Venerdì Santo “Stabat Mater”, per soli e coro.

Domenica 24 aprile, a partire dalle 16,30, nel centro storico, si svolgerà la tradizionale, sacra rappresentazione de “A’ Giunta”, l’incontro di Cristo risorto (un insieme statuario con le due guardie del sepolcro del XVIII secolo) con la Madre, mediato da San Pietro, una statua gigantesca (alta 3 metri), realizzata in cartapesta. L’imponente San Pietro, sorretto ai fianchi da due assistenti – portatori, alla vista del Cristo risorto va alla ricerca – mentre la folla si allarga o restringe per consentire il passaggio spedito dell’Apostolo -  della Madonna alla quale dare la lieta novella della Resurrezione. Le prime ricerche di San Pietro sono vane ed il suo sguardo si ferma per scrutare gli angoli della piazza e le strade adiacenti. Nel frattempo il vento gonfia il suo mantello color porpora, facendo apparire Pietro ancora più maestoso. Finalmente, l’incontro avviene all’angolo tra la piazza Municipio e la via Luigi Sturzo, mentre le campane suonano a festa. L’Addolorata, alla vista del Figlio, lascia il manto nero (segno di lutto) e rimane vestita di bianco ed azzurro, colori, questi, che simboleggiano la sua felicità. Poi, allargando le braccia, abbassa tre volte la testa per rendere omaggio a Cristo, mente la folla festante accompagna i tre inchini dell’Addolorata con un corale ed appassionato “Viva Maria”. Infine, da piazza Marconi, si assiste alla “Spartenza”.

“Anche in occasione della Pasqua – sottolinea il sindaco Francesco Pignataro – Caltagirone sta confermando la sua capacità attrattiva all'insegna di un mix fra bellezze culturali e architettoniche e valore della tradizione. Di grande rilievo il sentimento di pietà popolare che caratterizza l’intensa partecipazione dei calatini alle manifestazioni e che coinvolge anche i numerosi visitatori”.

“Dopo il successo della Passione di Cristo e del musical live Jesus Christ Superstar – osserva l’assessore al Turismo e vicesindaco Alessandra Foti – entriamo nelle giornate – clou di una festa che, a Caltagirone, si connota pure per un'ampia e variegata offerta artistica e culturale nei vari musei e, grazie agli apprezzati allestimenti floreali, nei diversi luoghi della cittadina”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI