Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1010 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1559 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1079 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1782 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2543 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2043 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2035 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1985 Crotone

Consiglio comunale: sì per la costituzione di un fondo di solidarietà civica

Un fondo di solidarietà civica. E’ quello che il Consiglio comunale di Caltagirone intende costituire. Si tratta di un fondo, con somme vincolate e codice Iban dedicato, a cui si potranno devolvere: gettoni di presenza e indennità (in percentuale o al netto della tassazione) da parte di rappresentanti delle istituzioni a vari livelli; donazioni da parte di singoli cittadini, associazioni, enti privati, fondazioni e istituti di credito e il 5 per mille dei cittadini. Le somme così raccolte serviranno a finanziare progetti con finalità di carattere esclusivamente sociale e di contrasto alle varie forme di povertà e di esclusione sociale.                                                                                       

Il proponimento è stato assunto, nella seduta di lunedì sera, dall’assise cittadina, che ha approvato con 18 sì e 2 astenuti un ordine del giorno presentato e illustrato nella sua “ratio” e nei suoi obiettivi da Lara Lodato (che ha citato l’esempio di un Comune veneto, Mira), ma largamente rimodulato dalla conferenza dei capigruppo. L’Odg finale reca, pertanto, le firme del presidente del civico consesso Massimo Alparone (primo firmatario) e dei capigruppo stessi. Col documento si dà mandato al Consiglio “di individuare i progetti e le azioni coerenti con le finalità del fondo e anche sulla base delle proposte rivolte al sindaco dai cittadini secondo quanto previsto dall’articolo 5 del regolamento sui diritti di partecipazione degli stessi cittadini”.  Sì dà altresì mandato alla stessa assise di “prevedere l’inserimento di questa possibilità nello statuto comunale ed, eventualmente, anche nel regolamento comunale, in occasione della sua prossima e necessaria revisione”. Si concorda, infine, “sull’opportunità che ogni eletto contribuisca alle esigenze della cittadinanza a fronte di una rinuncia seppur simbolica  e sul fatto che ciò rappresenti non solo un’azione di solidarietà, ma pure il tentativo di superare lo stato di difficoltà dei Comuni nell’espletamento delle loro funzioni”.                                                                                                                                 

Prima della riunione dei capigruppo, erano intervenuti sull’argomento pure Luca Di Stefano (che aveva ricordato “la sensibilità già dimostrata dal Consiglio su questi temi”) e Roberto Gravina, che aveva sollevato alcuni interrogativi sulla natura del documento in questione.                    

“Ancora una volta – ha commentato il presidente Alparone – il Consiglio ha dimostrato concreta attenzione a un argomento centrale quale la necessità di aiutare quanti versano in condizioni difficili, attraverso un’iniziativa che ha visto insieme tutti i gruppi consiliari, a testimonianza di una sensibilità diffusa”.                                                                                                     

L’assise ha trattato anche un’interrogazione della Lodato sul piano comunale per la raccolta differenziata, sulle sue criticità e sulle iniziative da assumere “in maniera concertata”, a cui ha riposto l’assessore al ramo, Francesco Caristia, illustrando “le attività promosse o in programma da parte dell’Amministrazione”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI