Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Dicembre 2021

Il ministro Boschi alla presentazione del Comitato "Catania Sì"

boschi1

Si chiama "Catania Sì" ed è il primo Comitato della Città di Catania a sostegno del sì al referendum di ottobre sulla riforma costituzionale. A lanciarlo ufficialmente, oggi pomeriggio a Catania c'era anche il Ministro per le riforme costituzionali Maria Elena Boschi, che ha partecipato al Palazzo della Cultura alla manifestazione per la presentazione di questo primo Comitato catanese, promosso dal parlamentare nazionale del Pd Giuseppe Berretta e coordinato da Saro Condorelli (ex presidente del Consiglio comunale e attuale dirigente della Camera di Commercio).

Molto partecipato l'incontro di oggi pomeriggio, moderato dalla giornalista Valeria Maglia, al quale hanno preso parte i parlamentari nazionali del Partito Democratico Giuseppe Berretta, Giovanni Burtone, Luisa Albanella, la senatrice Anna Finocchiaro, il segretario provinciale del Pd etneo Enzo Napoli, il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone e il sindaco di Catania Enzo Bianco, che ha portato i saluti della Città. "Ovviamente si tratta di un primo comitato, tanti altri ne nasceranno ed è un bene che sia così. Abbiamo già raccolto diverse adesioni, coinvolgendo anche persone che non hanno a che fare con la politica: studenti, docenti, impiegati, professionisti" ha detto Berretta. Grazie a questo Comitato nei prossimi mesi verranno organizzati dibattiti e iniziative per spiegare e discutere con i cittadini quella che il deputato etneo ha definito "la riforma delle riforme": "Il ddl Boschi delinea un nuovo assetto istituzionale di cui il nostro Paese ha enorme bisogno e siamo orgogliosi di dire che in due anni il PD e questo Governo sono riusciti dove molti altri hanno fallito" ha detto, elencando i punti principali della riforma: “Superamento del bicameralismo perfetto, tempi certi, 70 giorni, per disegni di legge di iniziativa governativa, iter legislativo più semplice”.

"Oggi è un giorno importante perché inauguriamo campagna per il si a Catania con un comitato di cui fanno parte tutti i deputati perché su questo siamo uniti e il nostro impegno è comune" ha detto Enzo Napoli.

"Ci sono mille ragioni a sostegno di questa riforma" ha sottolineato il Sindaco Enzo Bianco, che ha ringraziato il ministro Boschi e la senatrice Finocchiaro, per una riforma che introduce - ha detto - un federalismo equilibrato e da una voce più forte ai sindaci. "L'appuntamento di ottobre è uno dei momenti più solenni al quale un popolo può essere chiamato, un momento sacro - ha proseguito Finocchiaro - Questa è una riforma fatta con fatica, con l'ascolto di tutti per costruire nuovo sistema che tenga conto di un mondo che è cambiato". Per il sottosegretario Faraone "questo Governo ha messo in atto regole nuove: trasformare idee in leggi ed essere giudicati dopo cinque anni, questa è democrazia".

Per Luisa Albanella “la necessità ora è di creare anche altri comitati a sostegno del referendum” mentre secondo Giovanni Burtone “il referendum di ottobre sarà una giornata cruciale per la vita del nostro paese, un paese profondamente democratico, e per questo dobbiamo impegnarci tutti”.

A concludere la manifestazione (alla quale hanno partecipato anche sindaci, amministratori, deputati regionali, la deputata europea Michela Giuffrida) il ministro per le Riforme costituzionali e i rapporti col Parlamento, Boschi: "Partiamo insieme per un percorso che ci farà capire se il nostro Paese avrà una pagina nuova della sua storia. Questa riforma è un grande risultato che ha visto il Pd unito e mi auguro che con la stessa forza e con grande impegno lavoreremo per il sì al referendum”. “Questa è una riforma attesa da 30 anni, ma da qui a ottobre dovremo confrontarci sia con chi è contrario a prescindere a qualunque modifica costituzionale solo perché fatta dal Pd e da questo governo, lo stesso governo però che ha fatto una legge storica come quella sulle unioni civili – ha proseguito Boschi –Poi c’è chi contesta piccoli particolari, peccato che è da 30 anni che aspettiamo la riforma perfetta senza cambiare nulla”. “Questa riforma – ha concluso  - è frutto di un confronto il più ampio possibile in Parlamento, adesso avversata da alcuni partiti come Lega e FI perché si riducono i senatori e i costi della politica. Vogliamo un’Italia più semplice, che abbia maggiore stabilità, più credibile perchè capace di rinnovarsi al proprio interno. Dal prossimo weekend saremo impegnati nella raccolta firme, nei mercati e per le strade: abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti e della partecipazione di tutti”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI