Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 09 Agosto 2020

Le maioliche di Caltagirone fra tradizione e innovazione

Caltagirone guarda al futuro senza dimenticare il suo glorioso passato. Lo fa nel segno di un mix fra tradizione e innovazione che viene interpretato dalle mani e dall'ingegno di “figli d'arte”, ma anche di giovani che, pur senza preziose eredità familiari, hanno scommesso sul proprio talento. Sarà inaugurata giovedì 7 aprile, alle 18,30, alla presenza delle massime autorità locali, “Giovani ceramisti/giovane ceramica”, la rassegna di ceramica caltagironese “under 40” a cura del direttore dei Musei civici Domenico Amoroso, allestita nella sala esposizioni temporanee della Corte Capitaniale e al Museo della ceramica contemporanea (Palazzo Reburdone) e visitabile (ingresso gratuito, alla Corte Capitaniale tutti i i giorni dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19; a Palazzo Reburdone lunedì chiuso, martedì dalle 9 alle 13,30 e dalle 16 alle 19, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13,30, venerdì e sabato dalle 9 alle 13,30 e dalle 16 alle 19, domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19) sino a domenica 22 maggio.

Ventidue i giovani artisti che espongono le proprie opere: Tiziana Alberghina, Andrea Branciforti, Emiliano Branciforti, Irene Cabibbo, Mirko Cammarata, Raffaele Giusino, Vincenza Gulino, Valeria La Spina, Emanuele Margarone, Siana Militello, Nicolò Morales, Antonino Navanzino, Luigi Navanzino, Marilena Navanzino, Alessandro Nicastro, Beatrice Nicoletti, Daniele Patrì, Cristina Persico, Sara Poverello, Salvo Sfragano e Giacomo Andrea Varsallona

“E' una bella mostra – sottolinea l'assessore alle Attività produttive e vicesindaco Alessandra Foti – che valorizza la creatività e la qualità del lavoro di tanti ceramisti <under 40> e rappresenta il segno forte della vitalità della ceramica calatina e della sua capacità di proporsi all'insegna di un rinnovamento che affonda, però, le proprie radici nella tradizione”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI