Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 02 Dicembre 2020

Turismo: Bianco, "apprezzata scelta Regione di trasferire gestione demanio marittimo a Comuni"

Il sindaco di Catania Enzo Bianco, intervenendo nel Palazzo dei Chierici alla manifestazione su Ambiente, Territorio e Turismo organizzata da Sicilia Futura, ha sottolineato di avere "molto apprezzato la scelta dell'assessore regionale Croce di trasferire la gestione del demanio marittimo e delle coste ai Comuni".

"Ciò ci consentirà - ha detto Bianco - come avevo auspicato da tempo, di lasciare aperti per tutto l'anno o comunque per una lunga stagione gli stabilimenti balneari che non si capisce per quale motivo non debbano essere fruibili dai turisti e non solo in maggio o in ottobre o comunque nei tanti periodi in cui il nostro meraviglioso clima consente di prendere il sole e fare il bagno. Destagionalizzando si realizza un'ulteriore prospettiva per il turismo e siccome c'è un clima positivo con la Regione, lavoreremo insieme per gestire al meglio il nostro territorio".

Al convegno, dal titolo "Valorizzare il nostro territorio, dalla messa in sicurezza allo sviluppo turistico", dopo un'introduzione del presidente di Federalberghi Nico Torrisi, erano intervenuti proprio l'assessore regionale al Territorio Maurizio Croce, Nicola D'Agostino e Salvatore Cardinale, rispettivamente coordinatore regionale e presidente onorario di Sicilia Futura, Michele Corradino, componente dell'Anac, Santino Scirè, presidente di Acli Sicilia e i presidenti degli ordini degli architetti e degli ingegneri di Catania, Giuseppe Scannella e Santi Cascone.

Nel suo discorso, che ha concluso i lavori, Bianco ha ringraziato gli organizzatori per la qualità del convegno e degli interventi, sottolineando la sempre più stretta collaborazione con Sicilia Futura su tutti i temi riguardanti la città.

Il Sindaco ha poi illustrato per grandi linee il "Patto per Catania" che sarà firmato a breve con il Governo nazionale e, sottolineando come il territorio della città metropolitana etnea "sia uno dei più belli al mondo anche dal punto di vista della biodiversità", ha ricordato come l'Amministrazione comunale in questi ultimi anni abbia "evitato alcuni scempi urbanistici tutelando al contempo la legalità".

"Con tutta la città - ha detto - abbiamo condotto la battaglia contro il progetto delle Ferrovie per portare i treni ad alta velocità sugli archi della Marina, distruggendo costruzioni settecentesche e sfiorando il Castello Ursino. Altri progetti pronti da noi bloccati riguardavano la zona del Lungomare da cementificare anche con l'ennesimo centro commerciale e parcheggi con spazi commerciali sul viale Raffaello Sanzio. Tutte operazioni che abbiamo impedito difendendo il territorio. Insieme con questo abbiamo approvato il regolamento edilizio, approvato in Giunta il Piano di Riqualificazione generale del centro storico e portato avanti tante iniziative nel campo del turismo e il rilancio della città".

Riguardo ai dati del turismo, Bianco ne la sottolineato in particolare uno, quello del Museo civico del Castello Ursino "che nel 2012 aveva meno di 25.000 visitatori paganti all'anno, e, grazie al nostro impegno, nel 2015 ne ha avuti 100.000".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI