Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Dicembre 2021

Un inizio d’anno speciale per gli studenti paternesi

cerimonia scuole

Una giornata che resterà a lungo nella memoria degli studenti e dei docenti paternesi, appartenenti alle scuole di ogni ordine e grado, che stamani hanno avuto il grande privilegio di celebrare l’inizio dell’anno scolastico al cospetto della Sacra Reliquia di S. Giovanni Paolo II, in visita in città fino a questa sera. L’iniziativa, organizzata dall’Assessorato alla Pubblica istruzione, avrebbe dovuto svolgersi all’aperto, in piazza Indipendenza, ma a causa delle condizioni meteo incerte il tutto è stato spostato all’interno della chiesa dedicata a Santa Barbara.

A condurre il Sacro Reliquiario, contenente il sangue del Pontefice polacco, all’interno della chiesa gremita di studenti, sono state le autorità civili, con il sindaco, Mauro Mangano, l’assessore alla Pubblica istruzione, Flavia Indaco, il presidente della IV Commissione consiliare, Antonio Arena. A partecipare all’evento, coordinato dalla giornalista Francesca Putrino, anche il prevosto della Parrocchia di S. Maria dell’Alto, don Salvatore Alì, il vicesindaco, Carmelo Palumbo e i membri della Commissione Consiliare alla Pubblica istruzione. Intensi ed emozionanti i momenti che hanno caratterizzato la cerimonia,  cominciata con l’augurio e la preghiera per un buon inizio d’anno scolastico, a cui sono seguiti il canto dell’Inno nazionale da parte degli studenti, un riconoscimento per i centisti degli istituti superiori e vari spazi dedicati alla preghiera e alla riflessione sulla figura del Papa divenuto Santo.

«La visita della S. Reliquia ha fatto sì che tutte le scuole cittadine potessero cominciare insieme il cammino di quest’anno,  all’insegna  dell’unione – afferma l’assessore alla Pubblica istruzione, Flavia Indaco –. È stata una cerimonia entusiasmante, commovente il modo in cui tutti i bambini, alla fine della manifestazione, hanno voluto rendere personalmente omaggio al S. Reliquiario. Ringrazio l’Anpas, la Misericordia e la Polizia Municipale per l’impeccabile servizio d’ordine».

Moltissimi gli studenti di ogni età che hanno occupato i banchi della chiesa dedicata alla Santa Patrona di Paternò per assistere all’emozionante momento. Alcuni di loro hanno potuto anche partecipare in prima persona, esibendosi con i propri strumenti musicali, nell’orchestra guidata dal Maestro Salvatore Coniglio. La cerimonia si è conclusa con un simbolico suono della campanella, che ha dato ufficialmente il via al nuovo anno scolastico. «I giovani erano fra i principali interlocutori a cui Papa Giovanni Paolo II si rivolgeva – afferma il sindaco di Paternò, Mauro Mangano -, era perciò nostro dovere coinvolgere le scuole in questo importante evento che la città sta vivendo. Ringrazio il prevosto  - conclude Mangano - per averci dato la possibilità di coinvolgere le tante anime della città, nonostante i pochi giorni di permanenza della S. Reliquia a Paternò».

 

La Reliquia in visita alla piscina comunale dedicata al Pontefice polacco.

Fra le varie tappe compiute dal S. Reliquario, non poteva mancare una visita alla piscina comunale, dedicata proprio a Giovanni Paolo II, dove la Reliquia è stata accolta dall’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro, dal suo predecessore, Gianfranco Romano e dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Flavia Indaco. Presenti all’iniziativa anche il presidente regionale della Fin, Sergio Parisi, alcuni atleti e personale dell’impianto sportivo, nonché l’associazione  Città Viva con il suo presidente, Grazia Scavo.

«Non potevo fare a meno di rendere omaggio alla figura di S. Giovanni Paolo II, che ho avuto l’onore di conoscere di persona in occasione del Giubileo del 2000 – sottolinea l’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro -, per questo ho organizzato questa iniziativa, coinvolgendo anche il mio predecessore, Gianfranco Romano, che ha intitolato la piscina a Papa Wojtyla, il quale più volte, nel corso della sua vita, ha dimostrato un grande amore per lo sport, praticando varie discipline in prima persona».

cerimonia piscina

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI