Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Caltagirone - Patto dei sindaci per l'ambiente, le opportunità

A Caltagirone si prevedono l'efficientamento di una ventina di edifici pubblici e una serie di incentivi (attraverso modifiche ai regolamenti comunali) per gli interventi dei privati. E' quanto sarà attuato con il “Patto dei sindaci” per il risparmio energetico e le energie rinnovabili, così come emerso a margine dell'incontro svoltosi al municipio fra i sindaci del Calatino e i rappresentanti dell'impresa chiamata a redigere il Paes (Piano d'azione per l'energia sostenibile).

Il sindaco Nicola Bonanno, in rappresentanza dei comuni del comprensorio, aveva firmato a Bruxelles, nel mese di settembre del 2012, l'accordo con la Direzione generale energia della Commissione europea, che aveva dato il via alla “fase 2” del “Patto dei sindaci” per il risparmio energetico e le energie rinnovabili. Si tratta della fase in cui, attribuito al Comune di Caltagirone il ruolo di struttura di supporto della Commissione e al dirigente dell'Area 5, Ignazio Alberghina, il ruolo di responsabile del progetto, si punta proprio alla redazione di un piano d'azione per l'energia sostenibile attraverso un'analisi energetica di tutto il patrimonio edilizio, del sistema di mobilità urbana e dei consumi del sistema produttivo, base indispensabile per attingere ai finanziamenti della Banca europea degli investimenti, con il conseguente aprirsi di nuove opportunità per la formazione professionale e l'occupazione. Contemplati interventi e iniziative finalizzati al risparmio energetico, con la messa in circolo, nel territorio, di risorse per oltre 140 milioni di euro.

Il Patto dei sindaci è un'iniziativa dell'Unione europea, che destina somme cospicue a sostegno di politiche per la riduzione di anidride carbonica in atmosfera di almeno il 20 per cento entro il 2020.

“E' un'iniziativa importante – sottolinea il sindaco Bonanno -, perché potrà dare ai nostri comuni l'opportunità di attingere a consistenti fondi europei e determinare la riduzione dei consumi dei consumi abbinata alla produzione di energia da fonti alternative, con ricadute positive sull'ambiente”.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI