Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 18 Agosto 2022

Enzo Foglia, la seconda g…

Lug 28, 2022 Hits:474 Crotone

Al Taormina Film Fest tri…

Lug 20, 2022 Hits:477 Crotone

La nuova raggiera in oro …

Giu 30, 2022 Hits:654 Crotone

Imparare a realizzare un …

Giu 22, 2022 Hits:675 Crotone

Sacro Cuore: una devozion…

Giu 20, 2022 Hits:708 Crotone

La Fondazione D’Ettoris t…

Giu 14, 2022 Hits:1024 Crotone

A scuola da Tolkien

Mag 21, 2022 Hits:1009 Crotone

“Legalità e moralità” al centro di un incontro a Palazzo degli Elefanti

Anmi

 

Si è parlato di “Legalità e moralità” nel corso dell'incontro svoltosi nell'aula consiliare di Palazzo degli Elefanti alla presenza della presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti. L'iniziativa, a cui hanno anche presenziato il vicesindaco Marco Consoli e l'assessore alla Scuola Valentina Scialfa, ha preso le mosse dalla presentazione del progetto realizzato dall'Istituto E. Fermi-Eredia, ideato in collaborazione con il Gruppo di Catania dell'Anmi (Associazione nazionale marinai d'Italia) e in particolare del suo segretario Giuseppe Conte, docente dello stesso istituto. Si tratta di un programma di formazione organizzato nell'ambito della campagna nazionale dell'Anmi “Segui una rotta sicura”, che mira a educare alla legalità, alla sicurezza, alla lotta alle dipendenze (come il gioco d'azzardo), ma anche a combattere la dispersione scolastica e a consentire il conseguimento di titoli spendibili nel mondo del lavoro.

Alla conferenza hanno partecipato anche i dirigenti del Fermi-Eredia Alfio Petrone e dell'Istituto nautico Duca degli Abruzzi, Brigida Morsellino, che ha collaborato al progetto, e per l'Anmi: Giuseppe Conte, il segretario nazionale Nicola Guzzi con Mario Dolci e Marcello Gioè. Erano anche presenti per Maristaeli Gianluca Pasquinelli, per la base di Sigonella Paul Newell, il console del lavoro Lucio Maniscalco e alcuni ufficiali di MariSicilia e della Capitaneria di Porto.

E' intervenuto anche il comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri, Alessandro Casarsa, con un contributo video sull'operazione “Camaleonte”, contro lo spaccio di stupefacenti, avvenuta poche ore prima. “Catania – ha detto la presidente Raciti – apre le porte alle scuole e ai progetti che promuovono la legalità e in qualche modo favoriscono l'attività delle forze dell'ordine, impegnate perché la nostra città possa essere più sicura e vivibile. Ne è testimonianza l'operazione della notte scorsa condotta dal comandante Casarsa, che ringrazio per la sua presenza”. “Le forze della nostra città, compresa la polizia locale - ha continuato il vicesindaco Consoli, che ha anche lui ringraziato Casarsa– stanno cominciando a fare squadra e questo porta a risultati importanti, anche in settori come la lotta all'abusivismo, commerciale e edilizio”.

L'assessore Scialfa ha evidenziato il ruolo fondamentale della scuola nell'indirizzare i giovani verso “le giuste e corrette strade della vita, che non possono prescindere da regole e ordine”.

Dal canto suo il comandante Casarsa, che ha rivolto il proprio plauso all'iniziativa, ha sottolineato che “La rotta per la legalità non può che passare per la sinergia e la sintonia tra tutte le componenti della società: istituzioni, scuole, associazioni, famiglie”.

Il professore Conte ha infine precisato che i progetti che l'Anmi mette al servizio della collettività “sono gratuiti e si avvalgono dello spirito di servizio di tanti soci e volontari, tra cui insegnanti, e militari come gli amici della base di Sigonella”.

Al termine dell'incontro, l'Anmi ha consegnato alla presidente Raciti, che è diventata madrina del progetto Legalità, il distintivo dell'associazione, insieme a una targa speciale, che è stata anche riservata al Sindaco e al Vicesindaco per il supporto all'iniziativa. Conte ha inoltre ringraziato l'Ufficio Studi e Rapporti con le Municipalità del Comune.

Un encomio dell'Anmi è andato a tre studenti dell'Eredia, Fabio Costante Amore, Alice Di Grazia e Samuele Sconzo per l'impegno dimostrato nel servizio reso durante un recente raduno di sommergibilisti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI