Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:786 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1449 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:974 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1676 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2431 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1944 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1931 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1885 Crotone

Napolitano: la firma del Libro d’onore e la visita alla “cammaredda”

Nel corso della sua visita nel Municipio il Presidente della Repubblica, firmando il libro d’onore del Comune, ha scritto: “Ritorno con grande piacere e vivo interesse nella città di Catania già tante volte visitata in diverse stagioni e sempre al centro degli sforzi di modernità e innovazione essenziali per la Sicilia e per l’Italia”.
Alla fine della cerimonia della firma del protocollo per il Distretto del Sud est, Napolitano ha incontrato Serena Cacciola, 16 anni, studentessa del terzo liceo scientifico di Linguaglossa, autrice di una delle lettere citate dal Presidente nel suo discorso di fine d’anno, e Nello Riccioli, suo vecchio conoscente.
Un momento particolarmente intenso è stato quello della visita di Napolitano alla “cammaredda”, dentro cui vengono custoditi il busto reliquiario di sant'Agata e lo scrigno con le sue reliquie. In Cattedrale è stato accolto dall’arcivescovo metropolita mons. Salvatore Gristina e accompagnato dal sindaco Bianco, dal presidente della Regione Rosario Crocetta, dal presidente dell’Ars Giuseppe Ardizzone, dal prefetto Maria Guia Federico e dal commissario della Provincia di Catania Giuseppe Romano.
Il Capo dello Stato ha ascoltato con interesse mons. Gaetano Zito, vicario episcopale dell'arcidiocesi di Catania e il parroco della Cattedrale mons. Barbaro Scionti, parlare della storia del Duomo di Catania, mentre il presidente del Comitato delle Feste agatine Luigi Maina ha narrato le vicende delle reliquie della Patrona. Napolitano ha voluto entrare personalmente nella “cammaredda”   e lo stesso ha fatto la signora Clio, con la compagna del Sindaco, Amanda Jane Succi.
Oltre al mazzo di fiori bianchi tenuto insieme da un nastro tricolore, Napolitano ha depositato nel sacello il giglio bianco che una signora, in piazza Duomo, gli aveva chiesto di portare alla Patrona.
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI