Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Belpasso - Aula consiliare gremita di cittadini e associazioni del volontariato

Il presidente del Consiglio Salvo Licandri e l'assessore Daniele Motta di fronte alle associazioni del volontariato

 

Si è svolta ieri presso l’Aula consiliare del Comune di Belpasso l’incontro propedeutico al Progetto “Il laboratorio di solidarietà – Rete di solidarietà comunale” tra l’Amministrazione comunale e le associazioni, le parrocchie e i singoli cittadini che contribuiranno alla gestione del Centro di Solidarietà con sede presso i Locali comunali di via XII Traversa.

“Ritengo l’iniziativa odierna – ha commentato il sindaco Carlo Caputo – fondamentale in una fase in cui gli Enti Locali da un lato hanno sempre meno risorse a propria disposizione e dall’altro si trovano in prima linea nel fronteggiare gravissime situazioni di nuove povertà, impensabili solo fino a qualche anno fa: la creazione di una rete di solidarietà che coinvolga e sostenga tutta la cittadinanza attiva e le forze del volontariato sotto la regia unica del Settore Servizi sociali del nostro Comune è un atto concreto per dare sollievo alle famiglie che veramente si trovano in situazione di difficoltà economica”. Ad illustrare il progetto in ogni dettaglio è stato l’assessore ai Servizi sociali Daniele Motta: “Ci tengo a sottolineare – ha commentato a fine serata l’assessore – la grande partecipazione odierna delle associazioni e dei singoli cittadini, che intervenendo in massa a questo incontro hanno dimostrato che a Belpasso c’è davvero voglia di mettersi in rete per aiutare i concittadini in difficoltà: a questo punto sarà nostro compito alimentare questo fermento positivo con atti concreti. Già da domani il personale del nostro Comune contatterà le rappresentanze delle associazioni per coordinare le iniziative ed il lavoro da fare che si prospetta lungo e faticoso: ribadisco infine che presso il Centro di solidarietà non saranno elargite somme in denaro, ma forniti servizi e beni materiali a individui e famiglie che hanno veramente bisogno di un aiuto”.

L'assessore Daniele Motta illustra il progetto di fronte all'Aula consiliare gremita di pubblico

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI