Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:847 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1477 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1001 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1700 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2458 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1967 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1958 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1908 Crotone

Caltagirone - Il sindaco Pignataro sulla scelta di allocare il personale dello Stato impegnato a Mineo in una sola struttura

“Qualcuno, lontano dalla Sicilia, pensa di prendersi impunemente gioco del nostro territorio. Non soltanto ha deciso sull’asse Roma – Milano l’utilizzo del Residence degli Aranci, trasformandolo con un colpo di bacchetta magica in villaggio della solidarietà, a beneficio di una grossa azienda del Nord proprietaria della struttura, ma adesso pensa pure di proseguire scegliendo soltanto strutture di grandi società straniere per ospitare il personale dello Stato impegnato nella <riserva indiana> di Mineo. Ben vengano le occasioni di occupazione che, anche in questo albergo, si creano per quanti – e si tratta pure di lavoratori locali - sono impiegati al suo interno, ma ci opponiamo con forza a un disegno che rischia di svendere la nostra città e gli operatori che, pur tra mille difficoltà, vanno avanti e che rischiano, invece, di essere irrimediabilmente penalizzati da certe decisioni che hanno tanto il <sapore> della colonizzazione”.

Lo afferma il sindaco di Caltagirone Francesco Pignataro a proposito della scelta di destinare il personale delle forze dell’ordine utilizzato a Mineo soltanto in una struttura, e di non tenere in considerazione anche le disponibilità e le professionalità degli albergatori e degli altri operatori dell’accoglienza locali (peraltro già in precedenza contatati e contrattualizzati), “spalmando” così sul territorio le opportunità connesse.

“In questi anni – sostiene Pignataro – abbiamo molto lavorato per attrarre visitatori grazie a una forte azione di informazione e promozione e all’inserimento di Caltagirone nei più significativi circuiti turistici dell’Isola. Non vogliamo che, adesso, complice la crisi che attraversa anche questo comparto e che non risparmia la nostra zona, si assesti il colpo definitivo alle prospettive di sopravvivenza e di crescita di questo strategico settore”.

Il sindaco si rivolge, pertanto, al presidente della Provincia regionale di Catania Giuseppe Castiglione, che nell’intera operazione – villaggio della solidarietà svolge un ruolo di “cerniera” con il governo Berlusconi, chiedendogli di “intervenire per evitare che, al danno delle ricadute negative per la sicurezza derivanti dalla presenza a pochi chilometri del campo per l’accoglienza dei rifugiati politici, si aggiunga la beffa del disconoscimento delle risorse e delle potenzialità locali. Confido nella sensibilità del presidente Castiglione – conclude Pignataro - affinché si faccia interprete, con il governo nazionale, di questa nostra legittima istanza”.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI