Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 28 Novembre 2020

Cultura: presentato a Etnapolis evento orto botanico

EP, sx Trovato, Pavone, Sanfilippo, Mosca, 110913, LGT

 

E’ dedicato alla figura dello scienziato Francesco Tornabene, monaco e priore benedettino cui si deve la creazione nel 1858 dell’Orto Botanico di Catania il convegno in programma venerdì 13 settembre nell’Aula a emiciclo del prestigioso istituto universitario (Via Antonino Longo 19). Titolo della manifestazione, che conclude un ciclo di eventi dedicati al priore nel bicentenario della nascita, “Tornabene 1813-2013: fra fede e scienza”. Inizio ore 11.

Stamani la presentazione del seminario a Etnapolis, partner dell’iniziativa culturale promossa dall’Orto Botanico. Con il direttore di Etnapolis Alfio Mosca, erano il prof. Pietro Pavone, direttore del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali, il dott. Luigi Sanfilippo, del Dipartimento di Scienze Politiche - Università degli Studi di Catania e la dott.ssa Luisa Trovato, autrice di un volume di studi dedicato alla figura del monaco Tornabene e presidente dell’Associazione Polena, che organizzato il convegno. A tratteggiare venerdì 13 la figura del monaco e studioso di botanica saranno fra gli altri il prof. Domenico Ligresti, ordinario di Storia Moderna, e mons. Gaetano Zito, Preside dello Studio Teologico San Paolo e vicario Episcopale per la Cultura.

“Tornabene – ha detto Pavone – è stato nel 1800 uno dei primi studiosi della flora dell’Etna, ricca di quelle 1300 varietà endemiche che hanno contribuito al recente riconoscimento dell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità”. Sanfilippo ha invece sottolineato del priore Tornabene “il tratto di intellettuale e riformista sia sul piano religioso che su quello della metodologia scientifica applicata alla conoscenza”. La Trovato, autrice di un saggio storico sulla figura di Tornabene (Incontri Editore) che sarà presentato nel corso del convegno di venerdì, ne ha anticipato alcuni temi; mentre Alfio Mosca ha sottolineato l’impegno di Etnapolis per il territorio a sostegno di iniziative di altissimo profilo culturale come quella dell’Orto Botanico – vero e proprio museo-verde a cielo aperto con collezioni di piante e rarità botaniche provenienti dai cinque continenti - per il Bicentenario del suo fondatore.

Il convegno sul Tornabene è organizzato dall’Associazione Culturale “Polena” con il patrocinio dell’Università degli Studi di Catania e Messina, di Marisicilia – Marina Militare Italiana – Augusta, del 62 Reggimento Fanteria “Sicilia”, Regione Siciliana, Provincia Regionale di Catania, Comune di Catania, Distretto Produttivo Pietra Lavica dell’Etna e il sostegno e la collaborazione della Curia Arcivescovile di Catania, del Centro Etnapolis, del Credito Siciliano, dell’Istituto Incremento Ippico di Catania della Regione Siciliana, dell’ASAEC - Associazione antiestorsione di Catania "Libero Grassi", ed ancora: Incontri – La Sicilia e l’Altrove, Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus, Italia Nostra – sez. Catania, Associazione Culturale “Romeo Prampolini”, Kiwanis Club – Giarre Riposto, Oasi del Verde, Sicula Trasporti s.r.l., Damiano Macaluso photographer

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI