Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 25 Novembre 2020

A Catania il tavolo tecnico sulle Città Metropolitane

IMG_1713

 

E’ in pieno svolgimento la fase di elaborazione del DDL regionale sulle città Metropolitane attraverso un confronto serrato con le realtà locali. Il Tavolo Tecnico, creato dall’Assessorato Regionale alle Autonomie locali, dopo le prime tre riunioni a Palermo, ha fatto tappa a Catania.

All’incontro, nella sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, hanno partecipato il sindaco Enzo Bianco e gli assessori alla Città Metropolitana Giuseppe Girlando e alla Mobilità Rosario D’Agata, membri del Tavolo Tecnico.

“ Si tratta di un disegno di legge tra i più importanti che andrà all’esame dell’Assemblea Regionale – ha detto il sindaco Bianco- a Catania abitano 300 mila persone ma in realtà gravitano sulla città circa 700 mila persone con tutte le ricadute possibili in termini di efficienza e costi. Quando, in autunno, il disegno di legge sarà varato la Sicilia precederà il resto del Paese con una importante scelta innovativa con ricadute di maggior attrattività del territorio e capacità di sviluppo. E’ un grande riconoscimento per Catania che questa prima riunione si tenga nella nostra città. Già durante il mio scorso mandato da Sindaco, per la prima volta in Italia, avevo riunito a Catania il coordinamento delle Città Metropolitane”.

Il Tavolo Tecnico, cui hanno partecipato, tra gli altri, il coordinatore regionale del Tavolo Città Metropolitane nonché capo di Gabinetto dell’Assessore Valenti, Giovanni Pizzo e i rappresentanti del Formez, dei Comuni di Messina e Palermo, delle Università di Palermo e Catania, degli Assessorati Regionali alle Autonomie Locali, al Territorio e Ambiente, Infrastrutture e Attività produttive e dell’Unione delle Province Siciliane, ha la funzione di sviluppare proposte scientificamente valide, attraverso lo studio dei territori e dei flussi migratori di Palermo, Catania e Messina, per la   formulazione di una proposta di legge adeguata alle scelte e ai bisogni dei territori delle Città Metropolitane.   Tra gli argomenti in discussione una diversa delimitazione territoriale che tenga conto delle peculiarità di ciascuna realtà con l’intento di svilupparne le caratteristiche. Si è anche parlato dei poteri che dalla Regione Siciliana passerebbero alla governance locale del Comune capofila, in tema ad esempio di servizi pubblici locali, di energia e rifiuti, di urbanistica con Prg armonizzati quindi in aree più vaste e piani casa.

“ L’idea è quella- ha aggiunto Bianco- di definire un sistema federale fatto di tante città con una governance affidata alla città Metropolitana capofila. Si tratta nel caso di Catania soltanto di formalizzare una situazione che è già realtà: molti comuni limitrofi, infatti, sono già in chiara continuità territoriale”.

La prossima riunione del Tavolo Tecnico si svolgerà a Messina.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI