Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 26 Novembre 2020

I commissari liquidatori degli ato siciliani, incontrano a Palermo i deputati della quinta commissione

L’incontro a Palermo, tra i commissari liquidatori degli ATO siciliani ed i deputati regionali della quinta commissione parlamentare dell’ARS. Al centro del dibattito le ormai note questioni legate alle modifiche da apportare al sistema rifiuti ed introdotte con legge regionale (la n. 9 del 2010), che vedono, a partire dal prossimo 30 settembre, la scomparsa degli Ambiti Territoriali Ottimali e l’entrata in funzione delle SRR (Società per la Regolamentazione dei Rifiuti).

Più volte, soprattutto in queste ultime settimane, i commissari liquidatori hanno ribadito la necessità di arrivare a questo passaggio di testimone in maniera indolore, senza traumi al sistema che, in molti casi, come accade per i Comuni di Simeto-Ambiente, sta dando ottimi risultati, quando si guarda in maniera specifica alla raccolta differenziata.

Da qui la necessità di aprire un dialogo, un confronto. La prima audizione è avvenuta con i deputati della commissione Cultura, Formazione e Lavoro dell’ARS, a cui i commissari liquidatori degli ATO hanno presentato un documento, dove sono elencati i punti critici, i nodi irrisolti determinati dal cambio di sistema che vanno affrontati oggi con la dovuta attenzione per evitare, come detto, brusche frenate.

Tra le questioni più delicate restano: la copertura dei debiti pregressi, la salvaguardia dei posti di lavoro del personale dipendente degli ATO, la legittimità delle ordinanze sindacali fino a questo momento emesse, la non costituzione, ad oggi, di tutte le SRR.

E le problematiche esaminate nel dibattito saranno ora sottoposte anche alla commissione regionale Territorio ed Ambiente, con un’audizione in programma nei prossimi giorni alla quale si spera possa partecipare anche l’assessore regionale all’Ambiente, Nicolò Marino.

Tornando alla questione SRR va evidenziato che l’ultima ad essere formalmente costituita è la SRR “Catania area metropolitana”, di cui fanno parte 28 Comuni; tutte le realtà territoriali dell’ATO Simeto-Ambiente (meno Adrano), ed alcuni Comuni di Aci-Ambiente. La SRR è stata costituita ieri presso la sede della Provincia regionale di Catania, a Tremestieri Etneo, e vede all’interno del cda cinque componenti: Massimo Rosso (presidente), per il Comune di Catania; Mauro Mangano (Sindaco di Paternò); Andrea Messina (Sindaco di San Giovanni La Punta); Carmelo Galati (Sindaco di Sant’Agata Li Battiati); e Antonino Borzì (Sindaco di Nicolosi).

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI