Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:409 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1180 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1916 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1450 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1427 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1396 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1669 Crotone

Castiglione: "Il vero avversario del PD non è il Pdl, ma Lombardo"

«Si è reso conto il Pd che Lombardo, dopo aver frantumato la coalizione e ribaltato la volontà popolare, sta continuando imperterrito in un’azione di disgregazione? Il vero nemico della legge elettorale non è certamente il Pdl. È lo stesso presidente della Regione, che sta lavorando per dividere il Partito Democratico che della legge elettorale ha fatto il proprio cavallo di battaglia. Cracolici non comprende  che tutto questo rappresenta una precisa strategia del governatore: “divide et impera”. Così come ormai è chiara la strategia di Lombardo di delegittimare i propri assessori in modo che, alla fine, lui possa riprendere le fila per averne un consenso elettorale». Lo dichiara il coordinatore regionale del Pdl, Giuseppe Castiglione, che rileva: «È successo così con la sanità, dove continua a sacrificare il volenteroso assessore Russo, che ormai, giorno dopo giorno, assiste impotente al suo disconoscimento in una sanità agonizzante, o con l’assessore Marino, che registra la sua ininfluenza su settori nevralgici quali quelli dei rifiuti e dell’acqua. Lo stesso vale per l’assessore Chinnici, che si è spesa sulla semplificazione amministrativa non ottenendo i risultati sperati o per l’assessore Centorrino che, dopo avere annunciato il blocco delle assunzioni, la riforma del settore, l’albo unico dei formatori, registra, oggi pomeriggio, il suo fallimento con gli enti. Tutti, alla fine, costretti a ricorrere alla “cura salvifica” del presidente. Purtroppo, però, il governatore, nell’ennesimo tentativo di risolvere da sè le tante emergenze da lui stesso provocate, ha gettato nel caos la nostra isola e tutta la struttura burocratica. Stiano sereni dunque il Partito Democratico e le illustri personalità della giunta regionale – conclude Castiglione –  che il loro avversario non è il Pdl, che legittimamente svolge attività di opposizione, ma lo stesso Lombardo, incapace di amministrare e di dare risposte ai siciliani, convinto di nascondere il suo fiasco dietro il paravento della legge elettorale».
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI