Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Novembre 2020

Motta Sant'Anastasia - In mostra i maestri artigiani dell’Associazione Spighe D’Oro

Il Cigno -  Foto 1 - Inaugurazione

 

Il “Cigno”: è così che si chiama il nuovissimo centro espositivo artigianale , nato a Canalicchio, Catania, in via Pietro Novelli 131, angolo via Leucatia.

Non poteva esserci nome più nobilitante per una struttura grande, luminosa e raffinata, pronta ad accogliere ciò che di più edificante e pregiato rimane nella nostra tradizione: l’artigianato siciliano.

Per l’occasione l’Associazione Spighe d’Oro, leader nella promozione del settore artigianale siciliano, ha organizzato una speciale manifestazione che ha avuto inizio il 3 Maggio e si concluderà il 2 Giugno.

Il centro espositivo ospita quasi cinquanta artigiani con diverse tipologie di prodotto: dalla ceramica, alla pietra lavica, dal corredo ai grandi abiti d’alta moda, dagli oggetti per la casa ai monili e ai gioielli d’altissima qualità, dai vestitini per neonato, alle creazioni in vetro fusione, cucito creativo e craft.

Dall’inaugurazione ad oggi, si è avuto un grande riscontro di pubblico, dato dalla continua affluenza di visite agli artigiani e dalle adesioni ai corsi di formazione; il successo del centro espositivo, evidente già dai primi giorni di vita, è andato via via crescendo, e continua a svilupparsi grazie alla professionalità della direzione artistica curata dal presidente di Spighe d’Oro, Sebastiano Di Mauro e dalla responsabile, Mariella Puglisi.

Nel programma indetto dall’Associazione sono stati previsti oltre ai corsi di formazione, estemporanee dei maestri artigiani e spettacoli a cui prendono parte gli allievi e gli insegnanti delle migliori scuole e palestre dell’hinterland catanese.

L’inaugurazione del centro espositivo ha aperto ufficialmente le porte al pubblico il 3 Maggio; a tagliare il nastro un’artista di straordinaria bravura, la stilista italo americana Arcangela Aiello che ha presenziato la serata mostrando alcune delle sue più straordinarie creazioni della tradizione sposa, e non solo, in un incantevole simbiosi tra tradizione e interpretazione espressiva.

Il Cigno -  Foto 3

 

Il “Cigno” vuole essere un degno strumento per il bene collettivo e per la rivalutazione di tanti mestieri che non vanno inombrati dalla fredda era della tecnologia a tutti i costi, ed è in una struttura grande e densa di energie positive, come questa, che tali energie sono pronte ad unirsi, per il bene comune, per una ripresa dell’ economia e per l’intramontabile amore per l’artigianato siciliano, unico e solo protagonista di tutto.

Il centro espositivo dunque dà il via ad un nuovo periodo culturale in cui l’artigianato esce finalmente dai vecchi clichè entrando a pieno titolo in una nuova idea di cultura, sicuramente di maggiore successo, quella di un centro artigianale in mostra permanente, un punto di ritrovo per chi, come tanti, ama circondarsi di cose belle ma soprattutto hand made.

E se come vuole ricordare la stessa responsabile Mariella Puglisi ”Chi semina bene raccoglie buoni frutti”, allora in questo mese, che ormai sta per concludersi, al “Cigno” si sono già tracciate le basi per un nuovo concetto che prenderà vita in autunno: l’artigianato a portata di tutti, racchiuso all’interno di un centro commerciale a tutti gli effetti, ricco di servizi e di qualità, per un rilancio sicuro ed immediato dell’economia catanese, e dove l’artigianato stesso trionfi, come il migliore, il più prezioso e salutare di tutti i frutti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI