Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 14 Luglio 2020

Raffaele Stancanelli incontra Confcommercio Catania

Stancanelli Confcommercio

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha incontrato, questa mattina, i rappresentanti di Confcommercio Catania, nell’ambito dei confronti organizzati con le categorie produttive della città.
Ad aprire l’incontro sono stati il presidente di Confcommercio Catania Riccardo Galimberti, il vicedirettore Francesco Sorbello e il presidente di AsCom Catania Giovanni Saguto che hanno posto l’attenzione sulla questione turismo e sulla decisione del governo Crocetta di aumentare i canoni demaniali per gli stabilimenti balneari.
Il sindaco ha ribadito la propria solidarietà ai titolari degli stabilimenti, garantendo un intervento ad adiuvandum del Comune nel caso di un ricorso al Tar contro la Regione. “Da parte mia – ha detto, parlando di tassazione – non ho voluto inviare le cartelle di pagamento della Tarsu per non gravare ulteriormente sui cittadini già fin troppo provati. Mi impegno a portare in Consiglio comunale il regolamento di questa imposta solo dopo averlo concordato con i commercianti. Stessa cosa farò per l’Imu, che mi auguro venga definitivamente eliminata. Di pari passo ho avviato una lotta serrata contro l’evasione fiscale: fino al 2009, ad esempio, appena il 30% dei cittadini catanesi pagava la Tarsu. Nel 2012 la percentuale si è alzata al 62%”.
Il vicedirettore di Confcommercio Catania Francesco Sorbello ha consegnato al sindaco un documento programmatico con le richieste della categoria con riferimento alla viabilità, alla sburocratizzazione dell’attività amministrativa e alla lotta all’abusivismo.
Stancanelli ha accolto con favore le proposte, ricordando, rispettivamente, i risultati del Piano urbano del traffico, il Piano degli obiettivi imposto ai dipendenti comunali e la serrata attività antiabusivismo, con un milione e 200.000 multe elevate in questi anni dai Vigili urbani catanesi nonostante l’organico di fatto dimezzato. “Viviamo una crisi economica globale– ha puntualizzato – Il Comune non può fare miracoli, ma può adottare provvedimenti a sostegno delle imprese. In cinque anni, ad esempio, non ho mai dato parere positivo all’approvazione di nuovi centri commerciali, per aiutare i piccoli negozi”.

Stancanelli Confcommercio 2

“Sono soddisfatto del dialogo  avviato con i commercianti”, ha sottolineato Stancanelli. “Anche con loro voglio continuare il percorso avviato all’inizio del mio mandato, quando lanciai la grande stagione degli Stati generali, da cui ho preso spunto per i successivi atti amministrativi. Il mio augurio è che quella stagione continui, magari creando un organismo paritario fra le attività produttive e il comune di Catania: una cabina di regia istituzionalizzata che venga  consultata per ogni decisione sui temi del commercio e della città”. Il sindaco ha invitato inoltre Confcommercio a dare il proprio contributo per la creazione di uno sportello comunale rivolto alle famiglie, già proposto nei giorni scorsi dall’Ordine dei commercialisti.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI