Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 24 Ottobre 2021

Assemblea dei soci di Simeto-Ambiente

assemblea dei soci (16 aprile 2013) (2)

 

Assemblea dei soci dell’ATO Simeto-Ambiente, martedì pomeriggio, nella sede della società, a Catania. Diversi i punti all’ordine del giorno. Si comincia con il bilancio 2012.

In apertura di seduta il commissario liquidatore, Angelo Liggeri, ha presentato un resoconto della gestione annuale, evidenziando i risultati positivi raggiunti attraverso il progetto “obiettivo 65%” realizzato nell’ambito della raccolta differenziata.

Da qui la relazione sul bilancio fatta dal presidente del collegio dei revisori dei conti, Natale Strano che ha evidenziato come l’attività svolta non si è limitata al solo esame del bilancio ma anche al controllo ed alla verifica delle spese.

Secondo l’attività di verifica, il presidente Strano, ha evidenziato, come “il collegio non rileva alcun motivo ostativo all’approvazione del bilancio, così come redatto dall’organo amministrativo della società.”

Da qui si è aperto il dibattito con i rappresentanti dell’assemblea dei soci presenti. Ai dubbi su alcune problematiche, evidenziate nel corso della riunione, hanno risposto, chiarendo i quesiti, i professionisti dell’ufficio contabilità e lo stesso presidente del collegio dei revisori, Strano. In particolare i dubbi si sono concentrati su alcune spese effettuate tra gli anni 2004 e 2009, chiusi nel corso del bilancio 2012, visto che la società è in liquidazione e deve chiudere con l’attività finanziaria. Una situazione ibrida quella di Simeto-Ambiente perché nonostante sia una società in liquidazione la legge gli impone di porre in essere atti come una normale società, per continuare la sua attività di gestione sul fronte del servizio rifiuti.

assemblea dei soci (16 aprile 2013)

 

Al momento del voto Mascalucia ha espresso voto contrario all’approvazione del bilancio; si è astenuta, la Provincia regionale di Catania; mentre favorevolmente si sono espressi Biancavilla, Gravina di Catania, Pedara, San Giovanni La Punta, Sant’Agata Li Battiati, Santa Maria di Licodia e Tremestieri Etneo. I Comuni che hanno votato favorevolmente, apprezzando il lavoro del commissario Liggeri, hanno evidenziato la non condivisione di alcune spese effettuate dal 2004 al 2009, “un percorso disastroso – come ha evidenziato l’assessore del Comune di Biancavilla, Pasquale Lavenia -, inaccettabile, calato sulla testa dei cittadini e delle Amministrazioni comunali”.

Dopo l’approvazione del bilancio, è mancato il numero legale con la seduta riaggiornata a data da destinarsi, per il prosieguo dei punti all’ordine del giorno. Da discutere le proiezioni tariffarie 2013. “Ringrazio i soci dell’assemblea – evidenzia il commissario liquidatore dell’ATO, Angelo Liggeri -, avendo dimostrato senso civico nei miei confronti.”

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI