Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:931 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1516 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1039 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1738 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2497 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2003 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1994 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1944 Crotone

Caltagirone - Sì al finanziamento della Greenway lungo l'ex linea ferroviaria Caltagirone

Il lavoro di squadra dei Comuni di Caltagirone, San Michele di Ganzaria e Piazza Armerina ha dato i risultati sperati: l'idea di una Greenway extraurbana da realizzare lungo l'ex linea ferroviaria Caltagirone – Piazza Armerina – Dittaino (recuperando un'infrastruttura lineare già esistente) può finalmente concretizzarsi. L'assessorato regionale delle Infrastrutture e della mobilità ha approvato la graduatoria definitiva dei progetti ammissibili a finanziamento (con i fondi del Por Sicilia) per la realizzazione di percorsi verdi, di particolare pregio per il turismo ciclo-naturalistico. Via libera a 3.299.601 euro per il progetto del Comune di Caltagirone per il tratto della Greenway che va dall'ingresso di Caltagirone (in località Molona) sino alla località Salvatorello. Analogo via libera al progetto – per la stessa cifra - del Comune di Piazza Armerina per il tratto conclusivo, vale a dire quello che da San Michele di Ganzaria porterà alla città dei Mosaici e al Dittaino, interessando pure Mirabella Imbaccari.

Primo dei non ammessi (ma la fondata speranza è che venga ripescato) è il progetto del Comune di San Michele di Ganzaria che riguarda il tratto intermedio. Con queste risorse si conta non solo di realizzare due lunghi percorsi (nel caso di Caltagirone assolvendo all'importante funzione di far partire il nuovo tragitto verde da una zona immediatamente a ridosso del centro abitato), ma anche, attraverso economie di spesa, il recupero dell'attuale pista ciclabile (quella che collega Salvatorello alla vecchia stazione di San Michele di Ganzaria), che è per lunghi tratti impraticabile a causa delle continue frane e che pure – progettisti l'architetto Marco Navarra e l'ingegnere Giovanni Branciforti – si è guadagnata premi e riconoscimenti per la validità dell'intuizione e le modalità della sua attuazione.

L'assessore al Turismo e vicesindaco di Caltagirone, Alessandra Foti, sottolinea “l'importanza e la strategicità delle opere finanziate, che potranno avere ricadute positive sulla valorizzazione del nostro territorio nell'ottica del turismo naturalistico”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI