Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 24 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:887 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1495 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1019 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1718 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2477 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1985 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1976 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1926 Crotone

Catania è Patria: riqualifica un'altra zona verde

foto2

 

E' la domenica delle Palme e “Catania è Patria” comincia i lavori di riqualificazione de “La Villetta”, uno spazio verde lasciato all’abbandono e al degrado tra via Puglia e via Barletta, nel quartiere di Canalicchio, a pochi metri dalla Piazza “I Vicerè”.

Dopo aver riattivato nel 2009 lo stabile dell’Ex Circolo Didattico XX Settembre in via Santa Sofia 42 facendone una palestra, una sala-prove, una biblioteca, un centro culturale in cui si organizzano mostre, concerti e conferenze, e dopo aver riqualificato, il Parco Majorana, il Parco Gandhi, e lanciato il comitato “Via Ala Playground”, gli attivisti del progetto civico “Catania è Patria” e dello Spazio Libero Cervantes si concentrano su una nuove area.

“Siamo qui –dichiara Gaetano Fatuzzo, animatore del progetto Catania è Patria e responsabile dello Spazio Libero Cervantes- per dimostrare ancora una volta che la soluzione all’abbandono e al degrado può essere la buona volontà e il volontariato civile. Lamentarsi non serve, serve agire”. Durante la mattinata gli attivisti hanno svolto un volantinaggio in zona e si sono confrontati con gli abitanti del quartiere.

“Questo spazio verde -dichiara Francesco Chittari, attivista di Catania è Patria e dello Spazio Libero Cervantes- invece di essere curato e munito di tutti gli strumenti per farne una bambinopoli o un posto sicuro e curato in cui trascorre il proprio tempo in tranquillità, si preferisce concederlo all’uso e consumo dei tossicodipendenti. Oggi iniziamo una prima fase di lavori –continua Chittari- per ripulire l’area e riconsegnarla ai legittimi proprietari: i cittadini. Ci appelliamo alla società civile tutta – conclude l’attivista di Catania è Patria, il progetto civico nato dallo Spazio Libero Cervantes- affinché si unisca alla nostra azione: sarebbe bello trovare degli sponsor per donare al quartiere e alla città una bambinopoli e un impianto di illuminazione per quest’area che è totalmente al buio, situazione ideale per chi vuole farne un uso poco raccomandabile”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI