Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Aprile 2020

San Gregorio di Catania - Grande partecipazione per il convegno sulla Sacra Sindone

504

 

La storia della Sacra Sindone tra fede e scienza è stata al centro di un convegno molto partecipato, organizzato dall’Amministrazione comunale di San Gregorio di Catania all’auditorium Dalla Chiesa.

Un meeting che ha visto l’adesione di fedeli e cittadini sangregoresi interessati a consolidare l'idea e il senso della veridicità del sacro lino che porta impressa l'effige di un uomo flagellato, con le mani, i piedi trafitti dai chiodi e sul capo i segni di una corona di spine. Il documento sindonico è stato analizzato nei suoi aspetti storici, critici e problematici e appare alla fine come una vera reliquia, portatrice di un mistero affascinante che ha impegnato studiosi e scienziati, teologi e biblisti, letterati e pittori, fotografi e chimici, archeologi e informatici, antropologi e biologi, nel descrivere, presentare, illustrare ciascuno con le proprie competenze, il segno che traspare dalle impronte che il sacro lino porta impresse. Gli studi teorici comparativi e fenomenologici applicati alla sindone costituiscono una prova inconfutabile sull'autenticità della sindone come lenzuolo nel quale è stato avvolto il Cristo.

A discutere del sudario sono stati il dottor Sebastiano Rodante, delegato regionale del Centro Internazionale Sindonologico, che ha parlato della parte storica, l’avvocato cassazionista Ernesto Salonia, Angelo Consolo, delegato provinciale di Catania del  Centro Internazionale Sindonologico che ha parlato del mistero che avvolge la sindone, mentre la dott.ssa Stefania Bonifacio ha parlato della correlazione tra la sindone e il velo di Sant'Agata. Ha moderato l’incontro il dottor Alfio Pulvirenti che ha organizzato il convegno con il supporto dell’Amministrazione comunale, del sindaco Remo Palermo e dell’assessore Gabriella Greco. Ha partecipato anche l’assessore Eugenio Fortunato.

«Il dibattito sulla genesi e sul significato che la Sacra Sindone ha per l’intero mondo cattolico è sempre di grande attualità – ha dichiarato il primo cittadino Remo Palermo - In collaborazione con la Sottodelegazione Sindonica di Catania il tema, in prossimità della Santa Pasqua, è stato affrontato da validi esperti nel campo giuridico e della medicina legale per trarre degli spunti in cui il limite dell’oggettività scientifica deve necessariamente dare spazio alla fede religiosa. Ringrazio il professor Angelo Consolo e tutti gli intervenuti per aver dato spessore al convegno».

«Mai come in quest’occasione, in prossimità della Santa Pasqua, è stato bello poter discutere di un tema che per i non credenti è controverso – ha dichiarato l’assessore Gabriella Greco – mentre per i fedeli, al contrario, ha un grande valore simbolico. Un reperto che per la sua storia è veramente rappresentativo, perché ci racconta al 100% la sofferenza di Gesù, in un connubio in cui la storia religiosa si fonde con dati di fatto».

«Il sacro volto, le macchie di sangue, la storia della passione dell'uomo sindonico adottano il linguaggio della verità e della fede – ha dichiarato il dottor Alfio Pulvirenti nel corso del suo intervento - invitando alla preghiera».

Si è discusso anche del laboratorio fotografico di Secondo Pia, il quale scoprì che le impronte somatiche rappresentavano l'immagine di Cristo.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI