Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 18 Gennaio 2021

Fisco 2013, sovraccarico di norme “sulle spalle” dei professionisti

2

 

Se il 2012 verrà ricordato per l’introduzione dell’Imu, a chiusura di un anno fiscale “pesante”, il 2013 non sarà più leggero e presenterà una certa “confusione” normativa che, secondo gli addetti ai lavori, produrrà un carico maggiore di lavoro sulle spalle dei professionisti, senza alcun effetto benefico di semplificazione. Il primo passo da compiere è dunque quello di aggiornarsi, di stare al passo con i cambiamenti per adeguarsi all’evoluzione di un’economia sofferente, in cerca di segnali di ripresa.

Questa la filosofia che caratterizza il ciclo di incontri organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania (Odcec): questa mattina (20 marzo) all’Aga hotel, sono state illustrate le principali novità fiscali in vigore da quest’anno. A introdurre e moderare i lavori è stato il presidente Odcec CT Sebastiano Truglio, che ha ribadito «l’importanza della formazione continua per la categoria, senza la quale si resterebbe arenati tra le tante, troppe, novità legislative che provocano spesso uno stato di “ubriacatura” interferendo con la fluidità del nostro lavoro. Perciò – ha concluso Truglio – oggi abbiamo interpellato due esperti del ramo, le cui delucidazioni saranno utili per svolgere adeguatamente la nostra attività a vantaggio di coloro che si affidano alle nostre competenze».

Il pacchetto di novità sull’Iva (tra cui nuova fatturazione, operazioni con l’estero e immobiliari), lo “spesometro”, le altre novità fiscali introdotte dal Decreto stabilità, sono solo alcuni dei temi trattati in questa occasione: ad offrirne un quadro esaustivo sono stati i due relatori, il primo - Stefano Setti (commercialista in Milano) – si è soffermato anche sulle novità che riguardano l’adempimento più frequente per imprese e professionisti, la fattura, con l’introduzione (dal 1° gennaio 2013) di nuove regole sui contenuti, sulla numerazione, e di una nuova veste, quella della fattura “semplificata”, un documento più semplice rispetto a quello standard, che può essere utilizzato soltanto in casi particolari, come la somministrazione di alimenti e bevande, e per importi inferiori ai 100 euro.

Il secondo intervento è stato affidato al consigliere dell’Ordine Giorgio Sangiorgio che ha sottolineato «come le novità siano tante e tutte da approfondire bene per non incorrere in sanzioni e in difficoltà che si ripercuoterebbero sul corretto esercizio della nostra professione. Dalla nuova fatturazione ai nuovi regimi applicabili, ai cambiamenti fiscali nel comparto immobiliare, a quelli in materia di redditi d’impresa e Irap – ha continuato Sangiorgio – siamo davanti a una mole non indifferente di informazioni che noi commercialisti dobbiamo incamerare ed elaborare per sfruttarle al meglio, a vantaggio dei nostri clienti».

4

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI