Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 27 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:960 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1529 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1053 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1754 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2513 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2018 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2008 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1959 Crotone

Gravina di Catania - Il sindaco Rapisarda:"Conti del Comune in ordine, garantita stabilità finanziaria"

Il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda intervendendo in Consiglio comunale, anche per ribadire che l'Amministrazione comunale non si è mai avvalsa di consulenti esterni, ha snocciolato nella sua qualità di assessore al Bilancio i dati economici dell'Ente. "Il nostro Comune gode di un'invidiabile situazione di stabilità economica, grazie all'oculata gestione delle risorse ma anche alla razionalizzazione delle spese. Basti pensare - ha detto il primo cittadino - che negli anni della nostra Amministrazione, 2008 - 2012, nonostante l’impatto con la drastica riduzione dei trasferimenti statali e regionali, l'esposizione debitoria è passata da 6 milioni e 454 mila euro a 3 milioni 494 mila euro, con una decurtazione del debito di circa il cinquanta per cento. Ma c'è dell'altro. Questa eccezionale perfomance - ha spiegato il primo cittadino - è stata possibile nonostante l'Amministrazione abbia dovuto far fronte a debiti fuori bilancio riconducibili a precedenti amministrazioni il cui ammonatre, solo nel 2012, è stato di 2 milioni e 640 mila euro. Inoltre l'Amministrazione, sempre nel corso degli anni 2011 e 2012, ha anche provveduto al pagamento di tutte e dodici le mensilità per il servizio di raccolta dei rifiuti. Se non avessimo provveduto a farlo il nostro Comune sarebbe piombato in una drammatica situazione igienico ambientale. Posso anche aggiungere che fra i 18 Comuni dell'Ato siamo tra i pochissimi che si sono trovati nelle condizioni di sottoscrivere il piano di rientro, grazie alla nostra stabilità di cassa. A questi brillanti dati – conclude Rapisarda - c'è da aggiungere poi quello sul fondo cassa che, secondo l'ultimo aggiornamento fornito dagli uffici comunali e riferito al 5 marzo 2013, ammonta 3 milioni e 308 mila euro”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI