Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 27 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:960 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1529 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1053 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1754 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2513 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2018 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2008 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1959 Crotone

Misterbianco - Inaugurata la mostra sui 150 anni dell'Unità d'Italia

Mostra 150°_2

 

Atti di vendita e di acquisto di terreni, il bollo borbonico del Comune di Misterbianco, le deliberazioni del consiglio comunale datate 1863, alcune cartoline di guerra, una bandiera Sabauda: sono alcuni dei documenti e dei cimeli che, da oggi, sono in mostra nella sede del municipio di Misterbianco, per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia. La mostra, allestita in tre stanze al piano terra della sede municipale (via Sant'Antonio Abate 3), raccoglie alcune testimonianze, lettere e pergamene che ripercorrono le tappe dell’Unità d’Italia. La documentazione proviene dall’Archivio di Stato di Catania e da collezioni di privati cittadini.

«In queste stanze – ha detto il sindaco di Misterbianco, Ninella Caruso – sono racchiuse pagine importanti della storia dell’Unità d’Italia, ma soprattutto di Misterbianco. L’invito che come sindaco rivolgo ai cittadini è quello di visitare la mostra: è attraverso la conoscenza della storia dei nostri antenati che è possibile tramandare le tradizioni e la storia della nostra comunità».

Le tre sale ripercorrono le tappe dell’Unità d’Italia: nella prima sono esposti i documenti del periodo riguardante lo sbarco dei Mille; nella seconda sala, la nascita del Regno d’Italia; nella terza il periodo che va dal 1861 alla seconda Guerra mondiale. La mostra resterà aperta fino al 25 marzo.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI