Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Dicembre 2021

Assemblea dei soci a Simeto-Ambiente

assemblea dei soci 18 febbraio 2013

 

Assemblea tesa nel pomeriggio di ieri nella sede della società ATO Simeto-Ambiente. In apertura di seduta è stato affrontato il problema dell’emergenza che si sta vivendo, tentando di capire quali sono stati gli errori, se ve ne sono stati.

“Il problema – afferma il Sindaco di Paternò, Mauro Mangano – resta legato alla circolare numero 2. Io non ho mai voluto una battaglia contro la Regione, con la quale voglio collaborare.”

Anche il Sindaco di San Giovanni La Punta, Andrea Messina ha evidenziato che se c’è stata confusione è stata dettata dai dubbi sulla circolare 2, con il punto discusso più volte in assemblea nel corso degli ultimi mesi. “Abbiamo più volte affrontato la questione – afferma il sindaco Messina -. Ci troviamo in queste condizioni per le paure nei confronti della circolare 2. Oggi, forse, possiamo decidere in maniera più serena visto che ci è stato assicurato una chiusura del debito verso i fornitori dell’ATO in 5 anni, con un rientro delle somme alla Regione in 20 anni, e che sugli interessi (nostro principale problema), il Consorzio Simco ha mostrato margini di contrattazione. Da tre mesi discutiamo su come uscire dall’empasse. E sempre noi abbiamo deciso finora di non deliberare visto che le condizioni della circolare 2 sono onerose per i Comuni.”

Da qui una proposta del Comune di Paternò di predisporre uno staff di tecnici e preparare una delibera unica per tutti. I Comuni che non vogliono le anticipazioni regionali è sufficiente che non presentino la delibera.

Il Sindaco di Misterbianco, Nino Di Guardo, ha sottolineato come se ci sono stati errori, questi sono di tutti. “Ci siamo mossi tutti per tentare di tutelare i nostri interessi – dice il Sindaco di Misterbianco, Nino Di Guardo -. Non condivido atti d’accusa. Debbo riconoscere che qualsiasi cosa è stata fatta nell’interesse di tutti, nell’interesse della collettività.” Il Sindaco di Misterbianco, Di Guardo, ha chiesto, poi, un immediato incontro con le ditte per trattare sugli interessi. Rinegoziazione che si farà alla presenza dei Sindaci. Un primo incontro tra i Sindaci, per trattare l’argomento, è fissato per mercoledì mattina, alle 10.

Il Sindaco di Paternò, Mauro Mangano ha evidenziato che occorre vedere anche l’aspetto politico della vicenda, che bisogna dare una spiegazione alla Regione di quanto successo.

Ed intanto sono diversi i Comuni che non hanno sottoscritto un’ordinanza. A Ragalna, si aggiungono Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, e San Giovanni La Punta.

assemblea soci 18 febbraio 2013

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI