Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Dicembre 2021

San Gregorio di Catania - Accordo con il Cutgana su “Orto Comunale”

Il Comune di San Gregorio di Catania ha siglato un accordo con il Cutgana (centro interdipartimentale dell’Università di Catania) per concretizzare l’idea sull’Orto Comunale, progetto già approvato nel 2011 dal Consiglio Comunale all’unanimità. L’intesa è stata raggiunta tra il sindaco avvocato Remo Palermo, il promotore dell’iniziativa l’assessore alla riserva naturale Immacolatella Micio Conti Pietro Venticinque e la professoressa Maria Carmela Failla, direttore del Cutgana. Attraverso la realizzazione dell’Orto Comunale si vuole promuovere lo sviluppo di una proficua e sana attività motoria, facilitare momenti di incontro per fornire possibilità di aggregazione e di inserimento nella vita sociale, concedendo ai cittadini residenti sul territorio, dei lotti di terreno ad uso ortivo con divieto di farne commercio. Sono numerosi i comuni italiani che lo hanno già realizzato nell’ambito del programma di intervento a favore dei cittadini anziani, teso a favorire attività occupazionali quale stimolo alla partecipazione dei diversi momenti della vita collettiva. L’iniziativa interesserà anche gli alunni delle due scuole del territorio, grazie ad una fattiva collaborazione con le due presidi: la dottoressa Nunziatina Di Vincenzo, preside dell’Istituto Michele Purrello e la dottoressa Daniela Fonti preside dell’Istituto San Domenico Savio. I giovani del territorio, in tal modo, potranno essere coinvolti in pratiche sostenibili di autoproduzione e compostaggio, interessandosi in prima persona alle colture ed al consumo di alimenti biologici. Insomma i ragazzini del territorio sangregorese potranno realizzare un’attività ricreativa sana alternativa alle consuete. Il progetto Orto Comunale coinvolgerà quindi un numero notevole di cittadini per un periodo di tempo che oscilla da uno a tre anni. Il suddetto servizio, che tra le altre cose servirà per divulgare le conoscenze del patrimonio culturale contadino del territorio etneo, non sarà oneroso per le casse comunali. Il programma si basa essenzialmente sulla messa in attività di scorci di vita di un’antica masseria tipica del territorio con l’intento di recuperare e di divulgare le conoscenze delle tradizioni della vita agricola, della coltivazione delle piante e dell’allevamento degli animali domestici che hanno accompagnato la storia e le tradizioni degli abitanti dell’Etna. Elemento essenziale del progetto è la diretta partecipazione di anziani “massari” locali chiamati a svolgere l’importante ruolo di docenti depositari dei sapori popolari.

L’ordinamento prevede per i cittadini assegnatari del progetto “la manutenzione del lotto e la consegna alla scadenza delle aree nello stato originario del lotto” che sarà coltivato con essenze orticole e floricole della tradizione locale. Sarà inoltre realizzata un’area tecnica dedicata agli animali domestici da cortile che per tradizione erano localmente allevati.

«La realizzazione dell’Orto Comunale rientra nella più ampia volontà politica di salvaguardia e promozione del territorio con coinvolgimento di alcune fasce di cittadini, con particolare riferimento ai ragazzi ed agli anziani.– ha dichiarato il Sindaco Remo Palermo – È un’iniziativa pienamente condivisa dal sottoscritto e dall’intera Giunta e grazie al coinvolgimento dell’Università di Catania accorceremo i tempi per la sua realizzazione».

«Sono molto soddisfatto per l’accelerazione di questo progetto e la sigla dell’accordo con il Cutgana. – ha spiegato l’assessore Pietro Venticinque - Gli orti comunali sono già attivi in molti comuni italiani del nord Italia, trovando sempre maggior consenso fra i cittadini di ogni età, perché offrono opportunità di aggregazione, possibilità di coltivare e consumare cibi biologici, riduzione dei costi della spesa e attività fisica sana. Un ringraziamento sincero alle due presidi che con noi hanno voluto condividere l’iniziativa e al Cutgana che ci permetterà di realizzarla fornendoci spazi adeguati. Sono molto soddisfatto per l’iter procedurale e per la concretezza del percorso effettuato. Mi auguro si estenda e trovi riscontro anche in altre scuole del territorio».

Nell’iniziativa saranno coinvolti gli anziani del paese tramite il centro diurno di via Bellini e le associazioni locali e tutti i cittadini che saranno interessati.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI