Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Novembre 2020

Ambiente: bruciati e vandalizzati i nuovi cassonetti per la raccolta dei rifiuti

Ancora atti vandalici commessi da ignoti che hanno bruciato e distrutto i nuovi cassonetti posizionati in città dalla nuova ditta Ipi-Oikos, affidataria del servizio di raccolta .
In particolare ieri notte sono andati in fumo ben 5 nuovi contenitori per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, altri 10 sono stati vandalizzati con l’asportazione delle ruote e un centinaio sono stati rovesciati a terra disperdendo la spazzatura sulla carreggiata nei quartieri di Librino, San Giorgio, Santa Maria Goretti e Fontanarossa.
“Il dato è sconfortante – commenta il sindaco Raffaele Stancanelli - è l’ennesimo problema per la città, con risvolti economici non indifferenti e con un danno altrettanto grave sia per l’ambiente sia per l’efficienza del servizio. Un atto d’inciviltà gravissimo che siamo costretti purtroppo a subire. Bruciare i contenitori dei rifiuti dimostra che ogni qual volta si effettuano dei cambiamenti registriamo resistenze per fermare il nuovo corso. Ovviamente - aggiunge il primo cittadino - non arretriamo di un millimetro nella nostra azione di legalità e cambiamento per migliorare l'igiene urbana cittadina, costi quel che costi a Catania le regole vanno rispettate da tutti e si illude chi tenta di condizionarci”.
Dal canto suo l'assessore Claudio Torrisi ha dichiarato:” Queste azioni vanificano in parte i grandi sforzi organizzativi ed economici messi in atto dall’amministrazione per migliorare il servizio d’igiene urbana”.
“Deplorevoli atti di teppismo – li definisce l'assessore Torrisi - che oltre a procurare un danno economico alla collettività, non giovano certamente all’ambiente, perché bruciando i contenitori si spargono nell’aria sostanze tossiche nocive alla salute di tutti”.
Gli atti di vandalismo sono stati denunciati alle autorità competenti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI