Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:399 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1174 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1909 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1444 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1420 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1390 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1663 Crotone

Bronte - La sagra del pistacchio 2012

Bronte, il pistacchio e la sua bellissima Sagra si rivelano più forti della crisi e, pur contenendo in maniera intelligente la spesa, sono riusciti a raddoppiare gli appuntamenti della festa che fra qualche giorno trasformerà il centro storico della ridente cittadina etnea in una verde vetrina al pistacchio.

Per 2 week end, infatti, dal 27 al 30 settembre e dal 5 al 7 ottobre 2012, la cittadina sarà in festa con la sua ormai tradizionale ed imperdibile Sagra del pistacchio di Bronte. Già il pistacchio che a Bronte chiamano giustamente “Oro verde”, ovvero il frutto che per gusto, bontà e caratteristiche è considerato unico nel mondo, al punto da ottenere il riconoscimento Dop dall’Unione europea.

“La nostra Isola – ci dice il sindaco, sen. Pino Firrarello - è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio, e Bronte, con oltre tremila ettari di coltura, ne rappresenta l’area di coltivazione principale (più dell’80% della superficie regionale) con una produzione dalle caratteristiche uniche che ne fanno un prodotto di nicchia di grande valore.

Qui i nostri pasticceri sono abilissimi ad utilizzarlo in pasticceria, ma anche i ristoratori sono diventati bravi nel preparare primi e secondi piatti. Il miglior spuntino veloce che si possa fare poi è quello con un bel arancino al pistacchio. Infine, sapete bene che gli insaccati più pregiati e prelibati si fregiano di contenere il verde pistacchio di Bronte. Peccato che non se né produca tantissimo. – aggiunge Firrarello - Gli oltre 30 mila quintali che laboriosi produttori raccolgono ogni 2 anni non sono più dell’1% della produzione mondiale, ma molti stanno tentando di allargare il territorio di produzione e di trovare la giusta soluzione per raccoglierlo ogni anno. La strada ancora è lunga, ma vale la pena percorrerla”.

Firrarello sa che oltre ad essere un frutto della sua terra che arricchisce e valorizza il paniere dei prodotti tipici dell’Etna, il pistacchio rappresenta la storia dell’agricoltura locale. “Proprio così – infatti spiega – Pensate che ad introdurlo a Bronte furono i Saraceni che capirono che fra le irte lave del nostro Vulcano, dove nessun’altra coltivazione avrebbe trovato spazio, il pistacchio, invece, avrebbe trovato linfa vitale da una terra dove il sole non manca mai anche a 900 metri di altezza, permettendogli di crescere rigoglioso.

Il risultato oggi è sotto gli occhi di tutti – conclude – Grazie ad un naturale cocktail di elementi otteniamo un frutto dal sapore unico, dall’elevato valore nutrizionale e dal riconoscibilissimo colore verde che lo contraddistingue da tutti gli altri, permettendo ai nostri pasticceri ed ai cuochi di ottenere premi e riconoscimenti fin dall’altra parte del mondo”.

E per far conoscere tutto questo al mondo, Bronte ed i brontesi hanno utilizzato al meglio la propaganda che ne è derivata proprio da questa Sagra. “Come ogni anno – continua il vice sindaco Melo salvia, ovvero l’organizzatore delle sagre degli ultimi anni – la Sagra del pistacchio non deluderà le attese. Nei 2 fine settimana, la 23’ edizione della Sagra del pistacchio di Bronte offrirà un programma ricco di manifestazioni e piccoli concerti da rendere briosi e divertenti tutti i giorni della festa”. Ed, infatti, è così. Dopo la conferenza stampa di presentazione che si terrà mercoledì 26 alle ore 10, presso la pinacoteca Nunzio Sciavarrello di Bronte, l’indomani è prevista l’inaugurazione alle ore 18 all’inizio del viale Catania, con il sindaco, Pino Firrarello, che taglierà il nastro inaugurale. Subito dopo il centro storico di Bronte e le strade della Sagra saranno piacevolmente invase dalla banda San Biagio e dagli sbandieratori. Da quel momento ogni sera i golosi visitatori potranno assistere a tanti spettacoli musicali di sicuro livello.

La festa si interromperà solo domenica 30 sera, per poi riprendere con tutto l’entusiasmo dei ragazzi venerdì 5 ottobre mattino, con la tradizionale manifestazione la scuola scende in piazza, quando scolari e studenti a migliaia affolleranno gli stand della sagra per assaggiare l’ottimo pistacchio. Attesissima la degustazione della grande torta al pistacchio di domenica 7 ottobre. Durante la giornata conclusiva della Sagra, infatti, commercianti e gli artigiani della “Caffetteria Luca”, del “Bar Sport”, di “Bacco s.r.l.”, del “Life Cafe”, del “Bar Caprice”, de “I Dolci Sapori”, de “L’Angolo Dolce”, del “Bar Tartufo”, di “Di Sano Francesco”, del “Bar Roma”, del “Cafè Bistrot”, del “Bar Gangi” del “Bar Conti”, e del “Cordial Bar”, permetteranno a tutti i visitatori di rendersi conto della loro bravura, offrendo una sostanziosa fetta di torta appena preparata esclusivamente con l’Oro verde di Bronte.

Le sorprese per turisti e visitatori non finiscono qui. Dopo aver assaggiato il pistacchio in tutti i suoi modi, infatti, potranno anche visitare le bellezze culturali della cittadina.

In occasione della Sagra del pistacchio la Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” di Bronte organizza visite guidate gratuite del centro storico, accompagnando i turisti sia in Pinacoteca ad ammirare la mostra di arte contemporanea raccolta dal prof. Sciavarrello, sia presso la Biblioteca antica e la Cappella dell'Immacolata all’interno del Real Collegio Capizzi, ed infine presso la restaurata Chiesa di San Giovanni, dove i brontesi votarono in seduta plenaria l’unità d’Italia nel 1860 e dove è possibile ammirare un Crocifisso di autore ignoto, sotto il quale i brontesi di un tempo erano soliti stringere patti.

Le visite guidate saranno curate dall’Associazione “Guide Turistiche della Sicilia Orientale” che tutti i sabati e le domeniche alle 10.30, alle 12 e nel pomeriggio alle ore 15.30, 17 e 18 inizieranno un tour per tutti coloro che si ritroveranno presso lo stand del Comune.

“Sara una grande Sagra. – concludono il sindaco Firrarello ed il suo vice Salvia – I nostri paesaggi unici dei parchi dell’Etna e dei Nebrodi non vedono l’ora di farsi ammirare e con loro i nostri monumenti, testimonianza di una storia che è fra le più importanti della Sicilia e che intendiamo far conoscere a tutti”.

100 stand alla sagra del pistacchio 2012

Sono circa 100 gli stand della 23’ Sagra del pistacchio i Bronte, che per 2 week end, dal 27 al 30 settembre e dal 5 al 7 ottobre 2012, trasformerà il centro di Bronte in una grande vetrina all’ “Oro verde”.

Dei 100 stand assegnati, ben 30 esporranno esclusivamente prodotti al verde e prezioso pistacchio di Bronte, che l’Unione europea ha premiato con il marchio Dop.

In questi stand i visitatori troveranno tutte le leccornie che pasticceri e trasformatori riescono a realizzare con il verde pistacchio.

Il pistacchio però sarà presente anche nei tantissimi stand di prodotti tipici locali che, grazie alla Sagra, saranno in mostra. Il pistacchio di Bronte, infatti, rende più buoni formaggi, salumi ed altro.

“Siamo pronti – hanno affermato il sindaco Pino Firrarello ed il suo vice Melo Salvia – Con l’assegnazione degli stand possiamo dire di aver svolto buona parte del lavoro, anche se molto rimane da fare”. Intanto non solo la città di Bronte attende con frenesia il taglio del nastro di giovedì alle ore 18 nel tradizionale ingresso di Viale Catania. La schiera di fedelissimi sostenitori e visitatori di una “festa vetrina” di uno dei più prelibati frutti dell’agricoltura, infatti, è sempre più lunga.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI