Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 03 Marzo 2021

Mobilità sostenibile a Catania: «parcheggi comunali per biciclette»

Posteggiare la propria auto nel parcheggio scambiatore, arrivare in centro con la linea Brt - cioè il bus rapido - o con altri mezzi pubblici, e muoversi nel cuore della città in bicicletta. È una chiara definizione di “mobilità integrata” che, questa mattina in sede di conferenza stampa, è diventata una concreta proposta per la città di Catania su iniziativa degli Ordini provinciali degli Architetti e degli Ingegneri. «Non è un’utopia trasformare il traffico urbano della città etnea con un nuovo approccio sostenibile – hanno affermato i presidenti Luigi Longhitano (Architetti) e Carmelo Maria Grasso (Ingegneri) – siamo consapevoli che la nostra realtà stradale è ancora limitata e poco sicura per l’utilizzo massificato delle biciclette, tuttavia è possibile e doveroso realizzare interventi semplici e fattibili che costituiscano il primo fondamentale passo verso il miglioramento. Un “piano regolatore ciclabile” costituirebbe un punto di riferimento fondamentale nell’ambito del percorso verso la mobilità integrata». La proposta è stata avanzata in spirito di collaborazione con le amministrazioni locali: erano infatti presenti gli assessori alla Viabilità e Mobilità del Comune e della Provincia di Catania, rispettivamente, Santi Maria Cascone e Francesco Nicodemo.

I progetti a basso costo e di attuazione immediata si concretizzano per gli Ordini – grazie anche al lavoro svolto del delegato all’Ambiente degli Architetti Alberta De Guidi – nella realizzazione di garage comunali custoditi per biciclette, in zone centrali della città e in prossimità di fermate e centri nodali del traffico, e nella progettazione di una segnaletica che sensibilizzi maggiormente gli automobilisti alla presenza di pedoni e ciclisti. Inoltre, per dare un segno tangibile dei loro intenti e incentivare la cultura delle “due ruote”, gli Ordini professionali hanno donato alla città una rastrelliera per biciclette.

«Le idee degli Ordini – ha dichiarato l’assessore comunale Cascone – sono in linea con le politiche messe in atto dal Comune etneo. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di dare vita a un’ampia rete ciclabile, che non significa solo la presenza di piste dedicate, ma implica anche corsie preferenziali e sistemi di trasporto integrato, di cui una buona parte è già fruibile. Inoltre il Comune sta promuovendo incentivi per gli acquisti di biciclette assistite e la sponsorizzazione di rastrelliere. Tutto ciò è indice dell’avvio di un percorso, sicuramente lungo, ma che dà alla città un segnale positivo di avanzamento culturale e sociale».

«A livello provinciale – ha aggiunto Nicodemo – l’Amministrazione è disponibile a estendere, tramite iniziative studiate, l’uso della bici anche nei parchi e nelle riserve, nell’ottica di una programmazione ben più ampia della mobilità integrata nel nostro territorio».

Alla conferenza hanno partecipato attivamente anche le associazioni e i gruppi locali legati al mondo ciclabile. Sono intervenuti Giovanbattista Condorelli della Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Roberto Greco della Federazione Ciclistica Italiana, e Attilio Pavone, membro di #Salvaiciclisti, movimento spontaneo che venerdì 28 settembre, alle 20, in Piazza Duomo promuoverà un raduno su due ruote aperto a tutta la cittadinanza.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI