Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 26 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:950 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1523 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1047 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1748 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2506 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2012 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2001 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1953 Crotone

Bronte - Petralia: “basta disservizi nella raccolta dei rifiuti”

“Basta disservizi nella raccolta dei rifiuti. Vogliamo che la nostra città torni pulita come era un tempo”.

Più che un appello è un richiamo che l’assessore all’ecologia ed ambiente del Comune di Bronte, Biagio Petralia, rivolge direttamente alla Jonaimbiente ed all’Aimeri Ambiente, affinché tutti i disservizi che si sono verificati con l’inizio del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti vengano risolti.

“Abbiamo atteso tanto – spiega l’assessore – adesso è arrivato il momento di mettere in atto quanto concordato. Rilevando delle inefficienze avevamo chiesto che venisse migliorato lo spazzamento delle strade, di posticipare di un’ora l’inizio del ritiro dalle case dei contenitori della raccolta differenziata, (perché alle 6 del mattino è troppo presto) e di rispettare scrupolosamente il programma di ritiro dei rifiuti dalle attività commerciali.

Bene – ribadisce Petralia - ancora oggi, dopo tanto incontri, i disservizi ci sono ancora, come ancora oggi spesso la raccolta del vetro dalle case inspiegabilmente salta”.

Il Comune dal canto suo sta facendo il possibile per attenuare i problemi. “Presto – aggiunge Petralia - pubblicheremo l’ordinanza che vieta la distribuzione selvaggia dei volantini che, finendo per strada, sono fonte di degrado, ma vogliamo che tutti i problemi vengano risolti.

Noi – ribadisce - paghiamo ogni anno qualcosa come 2 milioni e mezzo di euro e non possono interessarci le penalità che la Joniambiente infligge all’Aimeri. Vogliamo che i servizi previsti nel capitolato vengano effettuati con diligenza ed efficacia. Se la situazione dovesse perdurare – conclude - procederemo con interventi sostitutivi in danno all’Ato”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI