Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 29 Novembre 2021

Caltagirone - Problemi idrici: finanziati i lavori per due nuovi pozzi

I disagi patiti negli ultimi giorni, specie dai cittadini che vivono nelle zone periferiche di Caltagirone (da cui sono partite non poche segnlazioni e richieste d'intervento), dovrebbero presto volgere al termine o, comunque, diminuire in maniera tangibile. I tecnici della Sie, la società che dal 2008 gestisce il servizio idrico a Caltagirone, hanno infatti riparato il guasto che aveva provocato consistenti perdite d'acqua, pari a 13 litri al secondo del prezioso liquido, recuperandone nove. Le perdite – come appurato dai tecnici – hanno interessato un tratto di una cinquantina di metri della condotta Bellia, in territorio di San Michele di Ganzaria, a poche centinaia di metri dalla vecchia stazione ferroviaria del paese. Ne restano da recuperare 4. Una circostanza, questa, che lascia ragionevolmente pensare a un'altra falla, per la cui individuazione i tecnici sono al lavoro.

“Abbiamo segnalato alla Sie l'esigenza di un celere ripristino della condotta – informa l'assessore comunale ai lavori pubblici Rosario “Simone” Monforte – per porre fine ai disagi e gli operatori si sono messi al lavoro per riportare la situazione alla normalità. Continueremo a vigilare affinché tutto volga al meglio nel più breve tempo possibile”.

“A interventi conclusi – afferma Francesco Nicosia, ingegnere e responsabile operativo della Sie per il Calatino –, potremo guardare al presente e al futuro con maggiore ottimismo”. Intanto, come annunciato dalla Sie, domani 18 luglio l'acqua sarà distribuita con priorità nelle campagne, dove si sono registrati particolari disagi.

La soluzione piena dei problemi idrici è però affidata a un aumento della portata d'acqua: per coprire al meglio il fabbisogno della cittadina, ne servirebbero, secondo stime fornite dalla Sie, 160 litri al secondo, mentre attaulmente ce ne sono 105 che, col totale ripristino del guasto, sfiorerebbero i 110. Da cià la necessità di reperire nuove fonti di approvvigionamento.

A questo proposito il sindaco Nicola Bonanno annuncia due corposi finanziamenti, “che renderanno possibili – spiega il primo cittadino di Caltagirone - consistenti e utili interventi per migliorare, anche sensibilmente, la situazione idrica della nostra città”. Si tratta – come si evidenza dal palazzo municipale - di lavori essenziali per fronteggiare la crisi idrica e il rischio emergenza, per i quali era stata inoltrata richiesta di finanziamento al competente assessorato regionale (quello per l'emergenza idrica) lo scorso 4 aprile. In particolare, sono la realizzazione del pozzo “Poggio Gigli 3”, per un importo complessivo di 242 mila euro, e la manutenzione straordinaria di un pozzo esistente in contrada Pollacarrozza (Enna) e il riefficientamento del collegamento idraulico tra il campo pozzi Pollacarrozza e l'adduttore Bellia, per un importo di 282 mila euro. Due interventi che, appena saranno effettuati, determineranno ricadute positive.

“In questo modo – sottolinea l'assessore Monforte, riferendosi sia ai lavori finanziati, sia alla riparazione del guasto da parte delle maestranze della Sie – compiamo concreti passi avanti nella soluzione dei problemi idrici”.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI