Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 05 Dicembre 2020

Presentato il progetto Pomme de Terre

DSCN1587

 

La presentazione del Progetto Pomme de Terre dell’Associazione Polena, giunto alla II edizione, si è svolta nel luogo di eccellenza della produzione della patata. L’evento è stato collaborato dalla Nuova Associazione Ortofrutticola di Giarre ed il Centro Etnapolis. L’incontro ha avuto il placet del direttore dell’U.N.I.P.A. Fausto Bosca che ha riferito: “ La precocità è la peculiarità della patata di Giarre e del suo hinterland. La produzione del tubero qualifica l’area, divenendo risposta economico-sociale per i mercati nazionali ed internazionali. La precocità della patata si rivela già nel periodo di marzo/aprile e il prodotto è gradito dal consumatore. Il comparto pataticolo merita attenzione ed ausilio ai produttori per le carenze organizzative che si denotano. Bisogna portare questa comunicazione presso le sedi competenti al fine di creare sistema e far da volano, valorizzazione, redditività, definire nuove modalità occupazionali. La prima strategia riguarda i costi di produzione, al fine di essere competitivi sul mercato che si apre alla globalizzazione. È determinante irrobustire le connotazioni del mercato nostrano della patata tramite la tracciabilità, per avvalorare l’eccellenza con programmazioni di rilancio finalizzate e funzionali, con ricadute sociali ed economiche”. Pomme de Terre ha intervallato un momento divulgativo ed uno degustativo, dedicato all’assaggio del prezioso tubero. La conferenza si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco di Giarre Teresa Sodano e accademici del prof. Vincenzo Piccione, nonché di altre autorità e Club service locali. Sono inoltre intervenuti il presidente dell’Associazione Polena Luisa Trovato, il presidente della Nuova Associazione Ortofrutticola Giarrese Antonino Magro, Ferdinando Branca, docente di Orticoltura dell’Università degli Studi di Catania, con la relazione Valorizzazione dei prodotti orticoli del territorio mediante la filiera corta e infine Alberto Trovato, consulente settore agrario dell’Associazione Polena, che ha trattato l’Importanza storico-economico del Solanum tuberosum. È stato allestito anche un angolo dove sono state “messe in scena” le patate, nelle sue varietà coltivate nel territorio, con particolare attenzione alle varietà Arinda, Liseta, Spunta.

La degustazione di patate, in tutte le salse, secondo le ricette della tradizione nostrana si è conclusa con la presentazione di una enorme torta di fragola per ricordare il genetliaco di Pomme de Terre.

Si ricorda che l’iniziativa giarrese è l’esordio introduttivo dell’importante progetto “Agrosofia”, che sarà presentato ad Etnapolis, con la collaborazione dell’Università di Catania, del CNR – sede di Catania, della Coldiretti Catania, della Codacons e del FAI Catania.

Si ringrazia per la collaborazione Michele Privitera.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI