Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 20 Giugno 2019

E’ stato presentato per poi essere diffuso agli operatori della provincia di Catania, il “Documento informativo per l’assistenza socio-sanitaria ai cittadini immigrati”, elaborato dalla responsabile Servizio Sociale aziendale Asp Catania Loredana Sucato, in collaborazione con l’Unità Operativa “Sistema Qualità”.

«Alla luce dell'incremento dei flussi migratori da vari Paesi stranieri, artefici di un cambiamento dello scenario sociale e demografico in Italia, così come in Sicilia – spiega il direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura - nasce una riflessione, che col tempo è diventa una consapevolezza: molti cittadini extracomunitari, pur vivendo in regola in Italia da alcuni anni, non riescono a trovare i canali per usufruire dell'assistenza sanitaria di base. Integrarsi può rappresentare un passaggio difficile che va guidato e supportato: dall’esigenza di migliorare l'accessibilità delle prestazioni sanitarie abbiamo pensato a un documento informativo che potesse diventare un valido strumento. Una vera e propria guida, un vademecum per l’assistenza socio-sanitaria ai cittadini immigrati. La loro presenza a Catania, in questi ultimi anni ha avuto un’evoluzione esponenziale contando oltre 17mila extracomunitari, di cui circa 7mila nel Comune di Catania e 11mila nella Provincia. Una buona politica socio-sanitaria è quella che tutela il diritto alla salute di tutti, costituendo un dovere sul piano etico e un riconoscimento concreto di dignità a tutti gli esseri umani».

Il documento informativo nasce con l’obiettivo di favorire la promozione della salute degli extracomunitari attraverso un’attività di formazione rivolta agli operatori sanitari e amministrativi - medici, assistenti sociali, infermieri, psicologi e operatori front-line  - che ogni giorno sono in contatto con loro, che ne conoscono gli usi, i costumi, le esigenze, i bisogni, le urgenze. «Si tratta di uno strumento utile a garantire una corretta informazione riguardante le risorse disponibili sul territorio – sottolinea Loredana Sucato - un manuale per tutti coloro che sono chiamati a soddisfare le domande di salute dei nuovi cittadini. Il progetto sarà realizzato in via sperimentale, per la durata di tre mesi, con gli operatori del Distretto Ct2 nell’intento di valutarne l’impatto e raccogliere eventuali osservazioni e suggerimenti. In seguito il documento verrà diffuso su tutto il territorio provinciale».

Malgrado l’atto incendiario che ha causato la distruzione del veicolo e la conseguente interruzione temporanea delle attività, un altro autobus panoramico della ditta Scionti dalla prossima settimana riprenderà regolarmente a circolare per le visite guidate dei turisti nel centro storico cittadino. Lo rende noto il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli che stamani ha incontrato il titolare ell’azienda di autolinee concessionaria del servizio, attivato per la prima volta lo scorso anno grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale.“Un atto vile e violento -ha detto il sindaco Stancanelli- non può interrompere un servizio così importante per quei turisti che vengono in città e che con una spesa modica di appena cinque euro possono visitare le parti più significative di Catania. Credo sia la risposta migliore a chi con la violenza e la prevaricazione si illude di condizionare la crescita e lo sviluppo della città di Catania e che non si fa scrupolo di danneggiare un’azienda che offre un servizio importante a quanti raggiungono la nostra città. Per questo -ha concluso il primo cittadino- ringrazio la ditta Scionti per la serietà e il coraggio dimostrati, azienda che verrà assistita in ogni passaggio per riprendere nei tempi più celeri possibili un servizio che grazie all’intuizione della nostra amministrazione, che in questo di fatto allinea Catania alle grandi città europee”.

La tradizionale fiera di Sant’Agata anche quest’anno si svolgerà regolarmente nello spazio di piazzale Sanzio. Lo rendono noto il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e l’assessore delle attività produttive Franz Cannizzo al termine di una giornata di incontri e sopralluoghi coi rappresentanti degli ambulanti. “Piazzale Sanzio -ha osservato il sindaco Stancanelli- è un sito che ha le caratteristiche adatte allo svolgimento del mercato che per i catanesi è un appuntamento tradizionale. Le organizzazioni sindacali hanno mostrato senso di responsabilità evitando di sostenere a oltranza soluzioni impraticabili, come la Villa Bellini, su cui il nostro diniego è risoluto. Ora bisogna mettere in condizione gli uffici per trasformare questa intenzione in un fatto compiuto e sono certo che anche in questo caso ci sarà la disponibilità degli ambulanti che s’incontreranno con l’assessore Cannizzo e i funzionari delle attività per le ultime questioni operative”.
Durante la giornata era stata ventilata anche l’ipotesi dello svolgimento della Fiera nella zona del Passiatore, ma dopo un sopralluogo gli stessi commercianti si sono resi conto che la soluzione originaria prospettata dall’Amministrazione era la più conveniente sia per gli esercenti che per i cittadini.
La Fiera di Sant’Agata si svolgerà dall’1 al 6 febbraio, un’ottantina gli operatori che esporranno i propri prodotti. Gli allestimenti saranno curati dai rappresentanti degli ambulanti.

Giovedì 27 gennaio alle ore 17 nella basilica di San Sebastiano su iniziativa del Comando della Polizia municipale diretto dal dott. Alfio Licciardello, verrà celebrata una Santa Messa in onore di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale.

Saranno presenti, tra l’altro, il sindaco Nino Garozzo, l’assessore alla Pm Nino Sorace e le altre autorità cittadine.

Domenica mattina il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, ha inaugurato, nel sottopasso di Via Sant'Euplio, la mostra fotografica di
Giuseppe Lo Presti dedicata al culto di Sant'Agata. Insieme al primo cittadino era presente anche il consigliere Alessandro Messina, del Pdl
Sicilia.
"Questo passaggio pedonale e veicolare- ha detto Stancanelli - per anni abbandonato, si presta naturalmente ad essere una sorta di piccola galleria d'arte. Il lavoro di questo giovane freelance catanese è un vero e proprio dono alla città di cultura e di fede che va giustamente valorizzato".
E' stato lo stesso fotografo a restaturare, a proprie spese, il sottopasso,
installando alle pareti lastre ignifughe che contengono le foto, oltre
all'impianto di illuminazione.
Alle pareti una decina di gigantografie dedicate alla festa di Sant'Agata.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI