Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 19 Giugno 2019

L’Amministrazione comunale di Belpasso, guidata dal sindaco Alfio Papale, come già in passato ribadito, ha stanziato 210 mila euro per la manutenzione straordinaria del Teatro Comunale Nino Martoglio. L’intervento di ristrutturazione si articola sia sul fronte interno (impegno di spesa 180 mila euro) che esterno (30 mila euro).

All’interno, nello specifico, è previsto il rifacimento della pavimentazione della sala, la tinteggiatura del soffitto e delle parti metalliche, il rimpiazzo di piastrelle/sanitari dei servizi igienici, il trattamento ignifugo del palcoscenico, la sostituzione di poltrone, corpi illuminanti e  quinte,            Per i lavori esterni è stata invece individuata la  sostituzione pensiline (lato est e ovest), l’impermeabilizzazione del tetto.

“Da decenni- ha specificato Carlo Caputo, assessore all’Edilizia Ricreativa- non si attuavano opere di manutenzione straordinaria e quest’ultimo intervento è una testimonianza diretta dell’impegno dell’Amministrazione a tutela di un bene che rappresenta il patrimonio della città”.

 

Anche il Comune di Belpasso  è stato coinvolto, stamani,   nella conferenza di servizi sulle sicurezza e manutenzione nelle zone  Asi, che ha avuto luogo in Prefettura a Catania.

Per l’occasione  il sindaco Alfio Papale ha teso ribadire: “E’ doverosa una maggiore attenzione alla sicurezza nella nostra zona industriale di Belpasso con un maggiore confronto sulle competenze perché i Comuni spesso non hanno le risorse necessarie. Sarebbe utile, inoltre,  attivare un servizio di videosorveglianza, come già fatto in altre aree della provincia. Già qualche anno addietro è stata compiuta nel nostro territorio una rapina con una vittima e questo è un fatto inaccettabile.  Ringrazio il prefetto,  Vincenzo Santoro, per aver creato questo tavolo di  sinergie sull’importante questione e mi ritengo pronto a dare il mio contribuito”.

E' in corso di svolgimento dal pomeriggio del 27 gennaio, nella Galleria “Luigi Sturzo”, la mostra fotografica “Luigi Stalag Xb. Storia di un non ritorno” - disegni di Marco Ficarra, ideazione e grafica di Silvana Vialli, visitabile sino al 20 febbraio con ingresso gratuito.Orari d'apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 20.

La mostra – curatori Sebastiano Favitta e Attilio Gerbino – è promossa dalla Galleria fotografica “Luigi Ghirri” di Caltagirone e fa parte dell'edizione 2011 di “Fili della memoria”, la manifestazione che, promossa dall'assessorato alla Pubblica istruzione del Comune di Caltagirone in occasione della Giornata della memoria, si articola – dal 25 gennaio al 19 febbraio - in esposizioni, fiaccolate, film e dibattiti.

In 30 tavole, le immagini essenziali di un fumetto si incontrano e si fondono alla franchezza della fotografia in bianco e nero. La riflessione sulla memoria della Shoah conduce il visitatore nei luoghi dell'altra resistenza attraverso la storia di un internato militare siciliano in un lager nazista.

Come ogni anno l’Azienda sanitaria provinciale di Catania, attraverso il Ser.T. Ct2 (Servizio tossicodipendenza) e il centro antifumo del distretto sanitario Ct2, organizza un corso per smettere di fumare. Il corso “Insieme… per non fumare più”, giunto alla sedicesima edizione, si svolgerà per quattro serate consecutive dal 14 al 17 Febbraio 2011 nei locali del SerT in via Sardo 20, dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

«Questo corso - spiega il direttore generale Giuseppe Calaciura - ha l’obiettivo di sensibilizzare e aiutare quanti vorrebbero smettere di fumare e temono di non riuscirci da soli. Attraverso il metodo del gruppo di auto-aiuto, che comprende circa 15 fumatori ed è condotto da esperti, vengono costruiti percorsi motivazionali di cambiamento dei comportamenti legati al fumo. Da quando sono stati attivati i gruppi antifumo nell’ambito del Sert Ct2, nel 2001, oltre il 40% dei partecipanti, dopo aver frequentato i corsi, non ha più acceso una sigaretta».

Possono partecipare all’iniziativa dell’Asp le persone che hanno compiuto 18 anni: il corso è a numero chiuso (è ammesso un massimo di 15 partecipanti), per iscriversi è necessario prenotare un colloquio preliminare telefonando ai numeri: 095-2542626 - 2607 – 2634 -  o al numero verde 800218140 e chiedere di Giuseppe La Rocca (medico psichiatra e responsabile SerT) o di  Salvatore Scardilli (psicologo – referente Centro Antifumo) che condurranno gli incontri di gruppo.

 

Finanziamenti regionali finalmente in arrivo, grazie al Pisu Caltagirone, per la via Cavallitti, l’area del centro storico (si trova nell’antico quartiere di Maria Santissima del Ponte) interessata da smottamenti e già oggetto di interventi di consolidamento e messa in sicurezza effettuati, su iniziativa del Comune,  anche attraverso le demolizioni controllate di immobili pericolanti. Ma importanti risorse in arrivo anche per la via Pisciaro, sottostante la via Cavallitti e caratterizzata dalla presenza di immobili fatiscenti. Già nei prossimi giorni il sindaco Francesco Pignataro firmerà la relativa convenzione con la Regione.

“Viene premiata – afferma l'assessore comunale ai Lavori pubblici, Mario Polizzi – la nostra capacità di progettazione e si garantiscono risposte concrete alle legittime richieste dei residenti”. Per la via Cavallitti, come comunicato al Comune di Caltagirone dal Dipartimento regionale Famiglia e Politiche sociali,  è disponibile la somma di 1.490.000 euro, con cui si finanzia il progetto, presentato dall'Amministrazione comunale calatina, per il recupero della zona in questione. Si tratta di opere di riqualificazione urbana mediante il rifacimento e la restituzione della tipologia tradizionale della pavimentazione e dei sottoservizi, nonché al miglioramento dell’ambiente urbano attraverso il recupero di immobili, e alla rifunzionalizzazione del tessuto urbano.

Somme consistenti (1.330.000 euro) anche per il recupero della via Pisciaro, finalizzate, in particolare, alla realizzazione di un centro polivalente destinato ad accogliere temporaneamente persone in gravi situazioni di disagio e a divenire un luogo di crescita, di lavoro, di cultura e del tempo libero, favorendo la socializzazione. “E' inoltre prevista – informa l'assessore all'Urbanistica, Domenico Palazzo – la creazione di attività di laboratorio (ebanisteria, lavorazione pietre dure e preziose, artigianato ceramico) e di altre iniziative anche attraverso il coinvolgimento del volontariato locale”.

“Con queste risorse – afferma Pignataro – potremo proseguire nella già avviata azione di recupero e piena riqualificazione di una porzione consistente del nostro centro storico. Anche alcune aree vicine, anch’esse nel quartiere Madonna del Ponte, sono interessate da progetti e richieste di finanziamento da parte dell’Amministrazione comunale, che  lavora per utilizzare al meglio le opportunità offerte dai vari strumenti comunitari”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI