Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 28 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:580 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1290 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2026 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1557 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1535 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1502 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1780 Crotone

“Racket e Usura: il fronte della lotta si rafforza”. Questo è il titolo della manifestazione che si svolgerà la mattina di sabato 5 marzo alle Ciminiere, dalle ore 10, con la partecipazione di associazioni che lottano contro la criminalità organizzata: “Rete per la legalità”, “A.SI.A.”, “Associazione antiracket e antiusura di Caltanissetta Rosario Livatino” .

La Tavola rotonda sarà un momento educativo e di formazione per gli studenti. Alle Ciminiere sarà presente, infatti, una nutrita rappresentanza di allievi del liceo “Boggio Lera”.

Il presidente Giuseppe Castiglione, presidente della Provincia regionale di Catania, introdurrà i relatori, che saranno moderati da Salvo Campo, coordinatore regionale della “Rete per la legalità”.

Relazioneranno: Agnese Moro, figlia dello statista e già presidente dell’Osservatorio racket presso il Ministero dell’Interno, Marisa Acagnino, presidente di sezione del Tribunale di Catania, Lorenzo Diana, coordinatore nazionale della “Rete per la Legalità”, l’on. Dino Fiorenza, vice presidente della Commissione regionale antimafia, Giovanni Torrisi, preside del liceo “Boggio Lera”, il consigliere Salvo Patanè presidente della Commissione legalità della Provincia di Catania. Conclude il prefetto di Catania Vincenzo Santoro.

La manifestazione delle Ciminiere nasce dal coordinamento di una quarantina di associazioni, prima sparse sul territorio nazionale ed ora aggregate per far sentire la propria voce soprattutto tra i giovani, presso i quali la cultura della legalità è appena avvertita. Pochi sono infatti consapevoli del fatto che la pratica del pizzo è ancora diffusa e l’attività usuraia deve essere contrastata con più efficaci norme antiracket.

 

 

faraone

 

Dal 7 marzo al 14 maggio 2011  l’Orto botanico di Catania (via Etnea 397) ospiterà la mostra interattiva di giocattoli scientifici “Giocattoli e Scienza”.

La mostra espone una quarantina tra giocattoli ed esperimenti attraverso i quali vengono mostrati aspetti paradossali ed interessanti della Fisica.

L’uso dei giocattoli, piuttosto che degli oggetti di laboratorio, serve a dimostrare come i principi e le leggi della Fisica apprese in ambito scolastico, valgano anche nella vita di tutti i giorni.

Molti dei giocattoli esposti potranno essere toccati e provati dai visitatori: questo risulta particolarmente interessante per i bambini che vengono così messi in prima linea e stimolati ad apprendere, divertendosi allo stesso tempo.

Il lavoro è suddiviso in quattro sezioni: meccanica, luce & suono, termodinamica & chimica, ed elettromagnetismo. Per ogni giocattolo sono disponibili descrizione, almeno una foto ed in taluni casi una o più animazioni. Guide specializzate illustreranno inoltre le esperienze esposte introducendo i meccanismi fisici celati dietro il gioco .

Il percorso didattico si svolge negli ampi locali dell'Aula delle colonne doriche presso l'Orto botanico di Catania  dove i visitatori saranno subito coinvolti da illusioni ottiche e stimolazioni della percezione che metteranno in luce come i meccanismi visivi dipendano dal cervello .

Si inizia con lampade magiche , proiettori , miraggi , caledoscopi , specchi e L.A.S.E.R. e a seguire un percorso tra giochi elettromagnetici come sfere al plasma e giochi magnetici.

Si continua con giochi di meccanica antichi e moderni , giri della morte , trottole e giroscopi. “Ospite d’onore”  il simpatico orsetto giocattolo Ernest che sulla sua bici percorre in equilibrio un filo sottile che attraversa i 20 metri dell'aula.

Il percorso si conclude con la sezione fluidodinamica che ospita il papero bevitore e strani termometri e “misuratori di amore”.

Nello spazio esterno meridiane misureranno il tempo e mongolfiere solari e termiche svetteranno nel cielo mentre i visitatori si renderanno conto della potenza dell'irradiazione solare osservando potenti specchi ustori e “motori solari”.

 

La mostra darà ai visitatori anche la possibilità di visitare il bellissimo Orto botanico di Catania, storico giardino del centro storico della città che custodisce preziose collezioni di “Palme”, “Succulente” e “Piante spontanee siciliane”.

Gli ospiti potranno scegliere di visitare liberamente la mostra o prenotare una visita guidata (per un gruppo di minimo 20 persone) con almeno 10 giorni di anticipo rispetto alla data scelta. La visita guidata è particolarmente indicata per i gruppi scolastici ma risulta un’esperienza coinvolgente anche per gruppi turistici composti da adulti e bambini (durata della visita 40 min. circa)

L’esposizione, organizzata dalla società “Archimede Servizi” di Catania, ha il patrocinio del Dipartimento di Fisica dell'Università di Catania.

Si è svolta ieri mattina nell’aula consiliare del Comune di San Gregorio di Catania, la conferenza stampa di presentazione delle manifestazioni religiose e culturali in onore del Santo Patrono San Gregorio Magno che avranno luogo in occasione delle festività pasquali. In largo anticipo l’Amministrazione Comunale ha voluto effettuare le prove generali della Festa Patronale per “rinsaldare i legami tra tutte le associazioni che partecipano all’organizzazione della stessa”.

“Per la prima volta infatti siamo riusciti – ha sottolineato il Sindaco Remo Palermo – a coinvolgere tutte le associazioni del territorio che svolgono le loro attività di tipo rievocativo – culturale sul nostro territorio per valorizzarlo. Questo costituisce motivo di vanto per il nostro Comune che ha dato a ciascun rappresentante l’opportunità di poter manifestarsi e di poter partecipare attivamente agli importantissimi festeggiamenti in onore del Santo Patrono”.

Sono state coinvolte tutte le associazioni di volontariato, le associazioni che operano nel sociale e quelle che hanno finalità di tipo storico culturale. Le maggiori attrazione della festa, attesa da tutti i sangregoresi, ma non solo, saranno come sempre le rappresentazioni che rievocano di fatto i fasti dell’antica casata dei Paternò – Castello, nobili di San Gregorio. Saranno integrate le rappresentazioni attraverso una serie di eventi che faranno da contorno al corteo storico (che sarà particolarmente ricco di figuranti vestiti con abiti preziosi) ed alla giostra cavalleresca: giochi equestri, giocolieri, sbandieratori,  musici, danzatori e tanti altri eventi in uno spettacolo unico di suoni e di colori. Per redigere il programma dei festeggiamenti l’Amministrazione Comunale si è confrontata con le Parrocchie del territorio in modo che l’aspetto di natura sacra sia come sempre il più attenzionato. “In questo senso l’Amministrazione Comunale fornirà qualsiasi tipo di apporto e di supporto per quelli che saranno gli eventi e gli incontri di natura religiosa”, ha specificato il Sindaco nel corso della conferenza stampa.

Agli appuntamenti consueti quali la fiera del Lunedì di Pasqua con gli allevatori siciliani che giungono da anni a San Gregorio per poter commercializzare i prodotti della terra, gli strumenti ed il bestiame, l’Amministrazione Comunale ha anche organizzato la “Settima sagra dei sapori e delle Delizie in Sicilia”, dando la possibilità di partecipare solo ai commercianti o produttori che esporranno merce propria o comunque stand che esporranno prodotti esclusivamente siciliani.

“L’Amministrazione Comunale ha poi voluto, attraverso una congrua somma: 24mila euro destinati al comitato di festeggiamento,- ha concluso il Sindaco – ampliare i tre servizi preminenti della festa: i fuochi pirotecnici, le bande musicali e le luminarie. Anche in questo vi è una particolare sinergia oggi più che mai proprio rappresentata dal fatto che l’Amministrazione Comunale ha conferito questo servizio al Comitato dei festeggiamenti con il quale condividerà scelte e decisioni relative anche all’organizzazione di questi tre servizi”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il Primo Cittadino Remo Palermo, gli Assessori e i Consiglieri Comunali,  il Corpo della Polizia Municipale, il Comitato Organizzatore dei Festeggiamenti di San Gregorio Magno, l’Associazione Pro San Gregorio, l’Associazione Antica Compagnia dell’Etna, i rappresentanti delle Associazioni di volontariato del territorio Frates, Misericordia, Pro Loco, i Rangers di San Gregorio, l’Associazione Combattenti in Congedo. Erano presenti anche funzionari e dirigenti comunali.  Alla Conferenza stampa ha partecipato anche Don Biagio Lazzara Parroco della Chiesa Madre Santa Maria degli Ammalati.

Il Consiglio comunale di Gravina di Catania ha approvato con proprio atto deliberativo il riconoscimento all’Associazione Gravina Arte quale Gruppo di Musica Popolare e Amatoriale d’interesse comunale. “Ringrazio il civico consesso – ha detto il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda – che con il suddetto riconoscimento ha dato seguito nel nostro Comune al decreto del Ministro per i Beni Culturali che in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia  ha istituito il Tavolo Nazionale per la promozione della Musica Popolare e Amatoriale, con lo scopo di valorizzare i gruppi che si esibiscono nei vari Comuni. L’Associazione Gravina Arte, che opera da tempo nel nostro Comune, ha tra i suoi scopi sociali quello di diffondere l’arte di ogni tempo e in ogni suo aspetto con particolare riferimento a quello musicale. Il lavoro svolto dalla sua presidente Marcella Messina, così come quello di tutti i suoi componenti e iscritti, di aggregare bambini e ragazzi allo scopo di promuovere tradizioni e cultura locali  – continua il primo cittadino –fanno di Gravina Arte al contempo un simbolo della nostra comunità ma anche una vetrina per i nostri giovani talenti. Siamo certi che il riconoscimento ufficiale di interesse comunale sarà di ulteriore stimolo per l’Associazione per continuare nella sua meritoria attività”. Compiacimento per il riconoscimento è stato espresso anche dal presidente del Consiglio comunale Claudio Nicolosi, e dagli assessori comunali gravinesi allo Spettacolo, Michelangelo Barravecchia, e alla Pubblica Istruzione Salvatore Pappalardo.

 

 

Riconoscimenti a quanti hanno dato una mano a rendere più accogliente la città e ad offrire ai turisti un percorso nel segno della tradizione e della qualità.

Si è svolta nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del municipio, alla presenza del sindaco Francesco Pignataro, dell’assessore al Turismo e vicesindaco Alessandra Foti e dei dirigenti scolastici Lidia Di Gangi e Giuseppe Turrisi, la cerimonia di premiazione dei due concorsi – “Visioni e luci d’artista” e “Il presepe più bello” – che hanno contribuito a dare un ulteriore tocco di creatività e bellezza a Caltagirone nel periodo natalizio, caratterizzato dall’arrivo di tanti visitatori.

Ecco i premiati: per “Visioni e luci d’artista” (15 allestimenti in diversi punti della città) primo posto, per il centro storico, al III circolo didattico “Don Bosco” per l’installazione nei fontanoni del Gagini e, per il centro nuovo, all’istituto comprensivo “Piero Gobetti” per “Natale con il circondario”; menzioni a Cngei Caltagirone, istituto “Maria Ausiliatrice” e associazione Impronte vegetali. Presepi (la classifica è il frutto del combinato disposto dei voti di una giuria di qualità e dei visitatori che hanno compilato un apposito cedolino): 1) presepe dei iurnatari di Davide Bizzini e associazione Astra; 2) della Walt Disney dell’associazione “Panta”; 3) in terracotta animato dei fratelli Milazzo; in cotone animato di Maurizio Iatrino.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI